martedì,Luglio 16 2024

Ragusa-Reggina 0-0: cronaca, tabellino e voti. Pari senza gol ed emozioni

I siciliani restano in dieci a inizio ripresa per l'espulsione di Maltese: Mungo colpisce una traversa, ma la LFA non riesce a vincere all'Aldo Campo

Ragusa-Reggina 0-0: cronaca, tabellino e voti. Pari senza gol ed emozioni

Ragusa-Reggina finisce 0-0. La sfida fra amaranto e siciliani termina senza gol ed emozioni, al termine di 95 minuti davvero scialbi che premiano la resistenza degli uomini di Ignoffo, rimasti anche in 10 uomini per l’espulsione di Maltese a inizio secondo tempo. Si ferma ancora la corsa della LFA, appena prima del match contro il Trapani.

Le formazioni

Trocini sceglie un undici molto simile a quello che ha superato il Lamezia durante la settimana: sempre 4-3-3, Barillà recupera dalla distorsione ed è titolare, dentro anche Marras e Mungo, panchina per Bianco e Salandria. In difesa maglia da titolare per Girasole, nei siciliani presente l’ex Garufi, fuori invece Khoris ed Ejjaki.

Primo tempo Ragusa-Reggina

Il match inizia con ritmi molto blandi. Ragusa e Reggina si studiano all’Aldo Campo, con un episodio subito dubbio: Cess colpisce Girasole a palla lontana, Tedesco non nota nulla, sarebbe potuta essere espulsione diretta. Le occasioni, in avvio, latitano, con le due squadre che si schermano senza riuscire a creare grossi pericoli. C’è grande tensione in campo, Mungo protesta con l’arbitro e viene ammonito: era diffidato, salterà il Trapani. Poi è anche Girasole che finisce sulla lista dei cattivi per un intervento in ritardo su Manfrellotti.

Il primo tentativo è di Provazza, poco prima della mezz’ora: l’esterno riceve e prova a calciare in porta ma la mira è totalmente da rivedere. Poi tocca al Ragusa bussare: Cess sin inserisce sulla destra, Maltese controlla ed esplode il mancino, sfera out senza particolari problemi per Miguel Angel Martinez.

Primo tempo che si chiude, così, senza ne reti ne chance per realizzare: ai due fischi è ancora 0-0.

Secondo tempo Ragusa-Reggina

Il secondo tempo si apre con un copione identico: poche occasioni e grande tensione. E, alla fine, l’episodio che può spostare gli equilibri arriva: Martiner e Maltese vanno a contrasto a limite dell’area, il ragusano rifila poi un calcetto a palla lontana all’amaranto. L’assistente, stavolta, segnala prontamente a Tedesco: l’under del Ragusa viene espulso, siciliani in 10.

La Reggina prova a creare qualcosa, la prima occasione però arriva poco dopo la metà della ripresa: Mungo calcia da fuori area, trovando la deviazione di Mbaye e colpendo la traversa a Freddi battuto. Si tratta di un lampo isolato: il passare dei minuti non implementa gli highlights del match, nonostante la superiorità numerica della LFA, evidentemente sulle gambe visti i tanti impegni ravvicinati.

Nei sei minuti di recupero è, addirittura, il Ragusa a sfiorare il colpo clamoroso, con Ingegneri che per poco non realizza un clamoroso autogol. Al triplice fischio è 0-0 all’Aldo Campo.

Tabellino

Ragusa-Reggina 0-0

Ragusa: Freddi; Manservigi, Brugaletta (dal 56′ Di Grazia), Porcaro, Mbaye; Cess, Garufi, Guerriero; Gigante (dal 56′ Bamba), Manfrellotti (dal 70′ Romano), Maltese. a disposizione: Grasso, Oggiano, Patanè, Romano, Bamba, Virgillito, Sinatra, Di Grazia, Tuccio. Allenatore: Ignoffo.

LFA Reggio Calabria (4-3-3): Martinez sv; Dervishi 5.5 (dall’85’ Bianco sv), Ingegneri 6, Girasole 6 (dal 77′ Kremenovic sv), Martiner 6.5; Barillà 6, Mungo 5, Zucco 5(dal 77′ Perri sv); Provazza 6, Altamura 5 (dal 63′ Coppola 5.5), Marras 5 (dal 68′ Ricci 5.5). a disposizione: Velcea, Salandria, Bianco, Perri, Aquino, Bright, Coppola, Kremenovic. Allenatore: Trocini 5.5.

Arbitro: Gianpasquale Tedesco.

Ammoniti: Mungo (Re), Girasole (Re), Brugaletta (Ra), Barillà (Re), Manfrellotti (Ra)

Espulsione: Maltese (Ra) per gioco violento.

top