Reggio di Calabria: arrestato un 35enne reggino responsabile di una rapina aggravata ai danni di una donna anziana

(70) L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, anche con l’adozione di protocolli specifici per determinate aree della città, ha fatto registrare un netto calo dei reati predatori a Reggio Calabria, e garantisce, per gli episodi che ancora si registrano, una pronta risposta da parte della Polizia di Stato.

Gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dalla locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, emessa dal Gip presso il Tribunale di Reggio Calabria, Dott. Pasquale Laganà, nei confronti di B.C., 35enne reggino, individuato quale autore di una rapina aggravata ai danni di un’anziana donna.

L’uomo aveva aggredito la malcapitata per impossessarsi di una catenina in oro che la donna portava al collo, rapinandola con azione fulminea che avrebbe potuto procurarle conseguenze fisiche anche più gravi.

La preziosa collaborazione della vittima, che sin da subito ha fornito chiari dettagli inerenti all’aggressore, e la professionalità degli Agenti intervenuti sul posto immediatamente, hanno consentito di stringere il cerchio investigativo in brevissimo tempo ed individuare il responsabile.

Il riconoscimento fotografico dell’autore, e la minuziosa ricostruzione dei fatti, hanno permesso agli operatori della Polizia di Statodi deferire l’uomo all’Autorità Giudiziaria per rapina aggravata, e il GIP, valutati i gravi indizi di reità, ha poi disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

La prevenzione e il contrasto ai reati predatori costituiscono uno dei primari obiettivi della Polizia della Polizia di Stato, per garantire ai cittadini la dovuta percezione di sicurezza.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  

Author: Ufficio Relazioni Esterne e Stampa Questura di Reggio Calabria