sabato,Ottobre 31 2020

Coronavirus, l’Ivermectin lo ucciderebbe in 48 ore

La scoperta arriva dai laboratori australiani, ma per provarne l'efficacia sull'uomo ci vorrà ancora del tempo

Coronavirus,  l’Ivermectin lo ucciderebbe in 48 ore

I ricercatori australiani stanno testando un farmaco che ucciderebbe il Covid19 in 48 ore. Il farmaco oggetto degli studi dei ricercatori australiani della Monash University di Melbourne, in collaborazione con il Doherty Institute, è l’Inverctim  che viene utilizzato per trattare altre malattie come dengue o zika.

Negli studi condotti dai ricercatori australiani sulle colture cellulari al Biomedicine Discovery Institute (BDI) della Monash University, come riportano The Canberra Times e il Daily Mail, è stato scoperto che l’Inverctimriesce a eliminare la carica virale del Coronavirus in 48 ore.

La Ivermectina è un farmaco antiparassitario disponibile in tutto il mondo e riconosciuto dalla Fda, l’Agenzia del farmaco americana. «Una singola dose potrebbe eliminare tutto l’Rna virale entro 48 ore – dicono i riceratori -. Entro le prime 24 ore si nota una riduzione davvero significativa».

Dalla ricerca in laboratorio alla cura sulle persone, tuttavia, il passo non è breve: i ricercatori australiani ammettono che ci vorrà ancora del tempo per verificare l’efficacia del farmaco sulle persone, determinando quale sia la dose da somministrare efficace nell’uomo.