domenica,Ottobre 24 2021

Maternità, il Covid-19 non compromette la fertilità femminile

Uno studio dell’Ivi su 46 pazienti spagnole che hanno contratto e superato l’infezione, ha dimostrato che la loro riserva ovarica non è risultata compromessa

Maternità, il Covid-19 non compromette la fertilità femminile

Il paventato rischio che il Covid-19 potesse compromettere la fertilità femminile è stato smentito da uno studio dell’Ivi su 46 pazienti spagnole che hanno contratto e superato l’infezione, senza che la loro riserva ovarica risultasse compromessa. Antonio Pellicer, presidente e fondatore dell’Istituto ha però spiegato che «saranno ora necessari ulteriori approfondimenti.

In particolare, sarà essenziale aumentare la dimensione del campione». Secondo la ginecologa Daniela Galliano, responsabile del Centro Pma Ivi di Roma, le richieste di fecondazione assistita sono decisamente aumentate dalla riapertura dopo il lockdown dello scorso dicembre. «Il Covid-19 – ha spiegato – ha riacceso il desiderio di famiglia e il risultato di questa ricerca è fondamentale per dare speranza anche a quelle coppie in cui la partner femminile è stata colpita dal virus».

top