giovedì,Dicembre 2 2021

Covid, arriva dallo Spallanzani la cura tutta italiana

Si tratta di un anticorpo monoclonale, che potrà essere somministrato comodamente a casa con un’iniezione intramuscolo

Covid, arriva dallo Spallanzani la cura tutta italiana

Dal Covid-19 si potrebbe presto guarire grazie ad una cura tutta italiana. A sperimentarla, secondo quanto riporta Il Tempo, è l’Istituto nazionale di malattie infettive “Lazzaro Spallanzani”. La cura sarà destinata a tutte quelle persone immunocompromesse e ad alto rischio che non rispondono ai vaccini anti-Covid e per le quali la terza dose potrebbe rivelarsi inefficace. Si tratta di un anticorpo monoclonale per il quale è stata chiesta all’Aifa l’autorizzazione alla sperimentazione come profilassi primaria nei soggetti cosiddetti «non responsivi» e «debolmente responsivi», al vaccino anti Sars-CoV2.

Il farmaco è stato ideato dalla Fondazione Toscana Life Sciences di Siena, grazie alla ricerca scientifica del Mad Lab coordinato dal microbiologo Rino Rappuoli. Una volta terminata la sperimentazione allo Spallanzani, sarà la Menarini a produrre e commercializzare la cura in grado di prevenire l’insorgenza della malattia. Il farmaco, chiamato MAD0004J08, è un potente monoclonale che neutralizza la proteina spike del virus, capace di bloccare l’attacco virale e l’ingresso nelle cellule in via preventiva. I ricercatori sono fiduciosi anche nella sua alta capacità di agire contro le varianti più aggressive.

La sperimentazione di questo farmaco, che potrà essere somministrato comodamente a casa con un’iniezione intramuscolo, dovrebbe durare due o tre mesi e potrebbe essere pronto entro la fine dell’anno. A tal proposito, già si stanno selezionando i volontari. È già in corso però, anche uno sviluppo clinico che ha già visto conclusa la fase uno, con trenta volontari sani. Da qui è stato dimostrato che il farmaco è ben tollerato e il titolo degli anticorpi neutralizzanti dei sieri dei soggetti trattati è risultato superiore a quello dei sieri dei pazienti convalescenti e di quelli dei soggetti vaccinati.

top