sabato,Febbraio 4 2023

Aifa approva il primo farmaco biologico contro il colesterolo “cattivo”

Bastano due sole somministrazioni all'anno per ridurre in modo efficace e duraturo il colesterolo Ldl

Aifa approva il primo farmaco biologico contro il colesterolo “cattivo”

Un farmaco in grado di dimezzare i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue – principale causa delle malattie cardiovascolari che provocano più di 224.000 vittime l’anno in Italia – è ora disponibile. Il nuovo farmaco infatti, ha ricevuto la rimborsabilità da parte dell’Agenzia italiana del farmaco con l’indicazione per adulti con ipocolesterolemia primaria o dislipidemia mista.

Due sole somministrazioni

Bastano due sole somministrazioni all’anno per ridurre in modo efficace e duraturo il colesterolo Ldl. Un risultato possibile grazie al meccanismo di azione della prima terapia a base di un piccolo Rna interferente (siRNA) che agisce aumentando la capacità del fegato di assorbire il colesterolo “cattivo”.

Il nuovo farmaco è indicato – in aggiunta alla dieta – in associazione a una statina o una statina con altre terapie ipolipemizzanti orali in pazienti non in grado di raggiungere gli obiettivi per l’Ldl con la dose massima tollerata di una statina, oppure in monoterapia o in associazione ad altre terapie ipolipemizzanti in pazienti intolleranti alle statine o per i quali una statina è controindicata.

Come si somministra

Dopo la prima iniezione, la dose successiva viene somministrata a distanza di tre mesi e in seguito ogni sei mesi. Il farmaco è prescrivibile da uno specialista e la somministrazione deve essere effettuata da un operatore sanitario.

top