venerdì,Giugno 14 2024

Sonno, ecco quante ore bisogna dormire in base all’età

Il sonno è un processo rigenerativo in cui sia il corpo sia il cervello si riparano

Sonno, ecco quante ore bisogna dormire in base all’età

L’uomo trascorre mediamente un terzo della sua vita dormendo. Il sonno è una condizione fisiologica indispensabile per mantenere in salute l’organismo e la mente. Il sonno infatti, è un processo rigenerativo in cui sia il corpo sia il cervello subiscono delle riparazioni. Ha anche un effetto “detox”. Un buon sonno è essenziale per le funzioni della memoria, la funzione immunitaria e il funzionamento degli ormoni nel corpo.

Le fasi del sonno

Nel corso di una notte di riposo, si susseguono in modo ciclico due fasi: la Rem, in cui l’attività cerebrale è molto intensa nonostante ci si trovi in uno stato di sonno profondo e la Non-Rem, in cui le funzioni corporee sono al minimo e il cervello ha modo di riposare.

Cosa regola il sonno

Il gene “Clock”, la luce e la temperatura corporea sono i tre elementi che regolano il meccanismo circadiano, ossia il sonno-veglia, e il processo di omeostasi, in sostanza l’equilibrio dell’organismo rispetto all’ambiente. Il primo è l’orologio biologico interno che ci dice quando andare a dormire e quando alzarci. La luce inibisce il rilascio di melatonina, l’ormone che predispone il corpo al sonno, ed è per questo motivo che per addormentarsi è bene prediligere un ambiente buio. La temperatura corporea infine, è strettamente collegata allo stato di bio-vigilanza e ha un ritmo circadiano a sé, con un picco minimo intorno alle 3.30 del mattino e uno massimo alle 15.30. A incidere poi sui ritmi del sonno è anche l’età.

Le ore di sonno in base all’età

Quante ore bisogna dormire in base all’età, per svegliarsi riposati? I neonati devono dormire 16-17 ore al giorno: appena nati i bambini non seguono le fasi tipiche del sonno come gli adulti ma iniziano il riposo in modo attivo – con una fase di sonno molto simile alla Rem, che è quella in cui si sogna – per poi proseguire con un sonno più tranquillo.

I bambini da 1 a 2 anni necessitano di 12-15 ore di sonno, dai 3 ai 5 anni di 10-13 ore e dai 6 ai 13 anni di 9-11 ore. Mentre i neonati trascorrono il 50% del loro sonno in uno stato simile alla fase Rem, questo tempo si riduce al 25% a 2 anni. Il ciclo di sonno Rem e Non-Rem è più breve rispetto agli adulti e per questo il bambino si può svegliare anche solo un’ora dopo essersi addormentato.

Gli adolescenti devono dormire 8-10 ore. In questo periodo della vita il bisogno di dormire può spostarsi anche di due ore avanti. È fisiologico infatti, che nei teeneger la melatonina venga rilasciata più tardi. Gli adulti invece, devono dormire 7-9 ore. Per la maggior parte delle persone dormire bene equivale a 7-8 ore per notte anche se esistono i brevi dormitori, che si svegliano riposati anche dopo 4-5 ore. Gli anziani infine, devono dormire per 7-8 ore. Invecchiando, il picco minimo di temperatura corporea, ossia quando il cervello è meno attivo, è anticipato di un paio d’ore, per questo gli anziani sentono la necessità di andare a dormire una o due ore prima rispetto a quello che era l’orario consueto.

top