sabato,Novembre 28 2020

Reggio, i 15 Oss in attesa di prendere servizio all’ASP si appellano a Cotticelli

L'appello per queste assunzioni, dopo sette mesi di attesa, anche dai Sindaci di Locri e Polistena

Reggio, i 15 Oss in attesa di prendere servizio all’ASP si appellano a Cotticelli

«Egregio Generale Cotticelli, chi Le scrive sono 15 Oss in attesa di prendere servizio presso gli Ospedali gestiti dall’Asp di Reggio Calabria, esattamente Locri-Polistena-Melito porto Salvo – Oppido Marmettino. Ad oggi sono quasi 7 mesi, che aspettiamo l’Autorizzazione da parte della Struttura Commissariale per queste assunzioni. Assunzioni indette dall’Asp di Reggio Calabria, con telegramma del 12/8/2019 di disponibilità e assunzione a tempo indeterminato, attingendo da una graduatoria attiva dell’Ospedale Melacrino Morelli di Reggio Calabria, di Oss».

Inizia così l’accorato appella dei 15 Oss che dopo lunghi sette mesi attendono ancora l’assunzione dopo aver ricevuto una beffa dietro l’altra.

«Abbiamo appreso che e’ stata pubblicatauna determina da parte dell’Asp di Reggio Calabria, in data 18/2/2020 ove si evidenzia la disponibilita’ di 2 posti del vecchio DCA135; e nel quale si mette in luce anke la nostra disponibilita’, posizioni per scorrimento graduatoria effettuata il data4/9/2019 ke va dal 325 al 344, che sn state inserite nel nuovo fabbisogno 2020.

Prendiamo atto e diamo il giusto riconoscimento all’Asp di Reggio Calabria per il gran lavor svolto, consegnando il proprio fabbisogno entro i termini da Lei stabiliti.
Tutti i media hanno parlato della nostra triste storia, del tutto surreale, Le chiediamo a gran voce di rendere effettive nel più breve tempo possibile la nostra presa di servizio. Sottolineammo che già l’Azienda ci aveva assegnato località e i vari reparti dove prestare servizio.

Gli appelli per le nostre assunzioni provengono anche dai Sindaci di Locri e Polistena, che ci hanno supportato in questa triste storia, mai verificatasi in Italia, anch’essi sottolineano la grave situazione che stanno vivendo i propri Ospedali di appartenenza. I Calabresi nn possono piu’ aspettare la burocrazia delle carte per curarsi. Ci affidiamo a Lei Gen.Cotticelli, come figura Istituzionale, affinche’ possiamo realizzare il nostro sogno tanto atteso. In attesa che a giorni arrivi la Sua Autorizzazione, Le porgiamo i nostri cordiali saluti».