sabato,Ottobre 31 2020

Coronavirus, Sainato: «A Locri percorso Covid fittizio? Non è cosi»

Il consigliere regionale: «Nell'ex Astanteria una stanza per ogni malato». E in ospedale arriva la "Stanza rosa"

Coronavirus, Sainato: «A Locri percorso Covid fittizio? Non è cosi»

«Locri non è e non sarà ospedale Covid, ma il percorso scelto per i casi sospetti è tutt’altro che fittizio». Ad affermarlo è il consigliere regionale Raffaele Sainato, tra i promotori della nuova area allestita all’interno dell’ospedale di Locri che, secondo quanto si è appreso, sarà pienamente operativa dalla prossima settimana.

«Non sfuggirà a nessuno – ha ribadito il consigliere locrese – che l’area è ben divisa tra ordinari e sospetti Covid. Chi sarà tamponato all’interno della tenda del pre-triage non attenderà l’esito del tampone nella parte dedicata del Pronto Soccorso e non entrerà nel reparto di Astanteria. Se l’esito sarà positivo il paziente sarà trasferito a Reggio. In Astanteria andranno solo i malati collaterali».

E se loro risultassero positivi? «Le stanze saranno singole per ogni malato per un totale di dieci posti letto, in luogo di venti. E’ stato stabilito con la direzione sanitaria di ridurre i posti per garantire e mettere in sicurezza un’eventuale positività. Anche in presenza di un caso accertato di Coronavirus – ha concluso Sainato – il trasporto sarà effettuato in sicurezza verso il nosocomio di Reggio».

Intanto, grazie all’impegno del primario del Pronto Soccorso Versace insieme all’ex reparto di Astanteria sarà attivata anche la “Stanza rosa”, dedicata alle donne vittime di violenza.