venerdì,Luglio 19 2024

Coronavirus, nuova autocertificazione per gli spostamenti tra regioni

Restano vietati gli spostamenti tra regioni per visitare i congiunti. Tutto questo fino al prossimo 3 giugno, data dalla quale saranno consentiti liberamente i movimenti dei cittadini anche tra una regione e l'altra

Coronavirus, nuova autocertificazione per gli spostamenti tra regioni

La tanto odiata autocertificazione non andrà via definitivamente. Un nuovo modello è previsto per gli spostamenti regionali. Sappiamo che da ieri, 18 maggio, sono consentiti liberamente gli spostamenti all’interno della Regione, senza la necessità di esibire alcuna giustificazione.

Spostamenti tra regioni, quando sono consentiti

Nel nuovo modello per gli spostamenti tra regioni, il cittadino dovrà dichiarare di non essere sottoposto a quarantena, dovrà indicare punto di partenza e destinazione dello spostamento, confermare di essere a conoscenza delle limitazioni vigenti su tutto il territorio nazionale e di quelle disposte dalle Regioni interessate dallo spostamento. E soprattutto deve indicare una delle quattro motivazioni che determinano la legittimità dello spostamento: comprovate esigenze lavorative; assoluta urgenza; situazione di necessità; motivi di salute. Restano vietati gli spostamenti tra regioni per visitare i congiunti. Tutto questo fino al prossimo 3 giugno, data dalla quale saranno consentiti liberamente i movimenti dei cittadini anche tra una regione e l’altra.

Il nuovo modello di autocertificazione può essere scaricato dal sito del Viminale. Sarà comunque possibile usare ancora quello vecchio, barrando le parti non più attuali

Articoli correlati

top