venerdì,Ottobre 30 2020

Reggio Calabria, ad Arghillà Nord consegnati i lavori per la creazione del centro di medicina solidale

Lino Caserta della fondazione Ace: «Il Comune ha concesso i locali, i lavori saranno realizzati con un finanziamento della fondazione Vismara»

Reggio Calabria, ad Arghillà Nord consegnati i lavori per la creazione del centro di medicina solidale

Approda anche ad Arghillà, nella periferia nord di Reggio Calabria la medicina solidale della Fondazione Ace che a Pellaro porta avanti un importante lavoro da anni. Ieri mattina la consegna dei locali della Piazzetta di Arghillà dove nascerà il centro.

Arghillà con la sua vista della città dall’altro, territorialmente è una piccola oasi verde, socialmente però è un luogo difficile, terra di nessuno, un luogo in cui si battono le associazioni per togliere i ragazzi dalla strada, per combattere la povertà, la delinquenza e la discriminazione. Come chiarisce Lino Caserta, presidente di Ace e fondatore dell’Ambulatorio di medicina solidale: «Veniamo ad ascoltare i bisogno della popolazione di Arghillà e chi meglio di noi conosce questa realtà può darci delle idee utili affinchè questo servizio non rimanga una scatola vuota ma effettivamente diventi un momento di intervento efficace sui bisogni del territorio. Noi ci impegneremo a rispettare il cronoprogramma, abbiamo ottenuto dei finanziamenti dalla fondazione Vismara di Milano, finanziamenti ridimensionati a causa del covid 19, anche con la nostra associazione sta facendo uno sforzo enorme. I lavori cominceranno il 15 settembre, oggi ci consegnano la struttura e noi presenteremo una Scia e tra 15 giorni saremo in grado di ristrutturare i locali assegnati. Il sogno è di aprire entro Natale».

Un barlume di speranza per chi come Giovanni Votano, del coordinamento di quartiere in questi anni di delusioni cocenti ne ah vissute davvero tante. «Speriamo che questo polo di prossimità con il centro Ace e sia un motore per riattivare e rivivere questo quartiere, che possa essere un motore per far ripartire Arghillà».

Per l’assessore comunale alle politiche comunitarie Giuseppe Marino: «Ad Arghillà nord per rispondere alle esigenze dei cittadini, partirà un centro di medicina solidale, grazie alla Fondazione Ace che in questi anni ha già avviato un servizio importante nella zona sud, a Pellaro, si avvierà anche in questa zona un servizio aperti a tutti i cittadini, in particolare a quelli più in difficoltà, più emarginati. Saranno servizi gratuiti, possibili grazie anche ad un finanziamento della fondazione Vismara.

Il Comune di Reggio Calabria ha concesso, e questa mattina saranno consegnati, questi spazi che saranno ristrutturati, adeguati e speriamo velocemente si possa avviare questo servizio fondamentale per la comunità Arghilla. E poi aggiunge, in questo luogo, che è la piazzetta di Arghillà nord, oltre al centro di medicina solidale ci saranno altri servizi sociali, all’interno di un vero e proprio polo di prossimità sociale che speriamo possa diventare un polo di riferimento per soddisfare i bisogni essenziali più importanti delle persone, dei bambini e delle famiglie che vivo sui quali, nei prossimi anni, bisognerà catalizzare grandi attenzioni e grandi finanziamenti».

Certo a guardare le condizioni del luogo si capisce che il lavoro da fare è davvero tanto e viene il dubbio che si tratti di consegna record a pochi giorni dalle elezioni.