venerdì,Ottobre 23 2020

Poliambulatorio di Villa San Giovanni, l’assemblea pubblica chiede risposte alla politica e all’Asp

La rete cittadina "Salviamo il poliambualtorio" in piazza: «Chiediamo che la struttura sia rafforzata, che la gente possa utilizzare i servizi delle strutture pubbliche per curarsi»

Poliambulatorio di Villa San Giovanni, l’assemblea pubblica chiede risposte alla politica e all’Asp

Un’assembla pubblica organizzata dalla “Rete cittadina salviamo il poliambulatorio” in piazza Valsesia a Villa San Giovanni per sostenere la struttura che nell’ultimo periodo registra disagi e problemi che si ripercuotono sui cittadini, soprattutto sulle fasce deboli.

L’evento, chiarisce Ruggero Marra, “Rete cittadina salviamo il poliambulatorio” «si incastra in un percorso che parte da lontano, abbiamo fatto iniziative e presidi per denunciare lo smantellamento di questo importante presidio sanitario struttura e chiederne il potenziamento. Nell’ultimo periodo, tantissimi servizi fondamentali per un’utenza che non riguarda solo Villa San Giovanni, ma 14 comuni dell’ambito, sono stati ridimensionati, alcuni cancellati totalmente.

A questo si aggiunga la carenza del personale amministrativo perché ci sono stati molti pensionamenti e queste persone non sono state rimpiazzate. Tutta questa situazione ha paralizzato e congestionato gli accessi al poliambulatorio.

Crediamo che tutto questo, in tempi di pandemia, sia inaccettabile. L’assemblea di oggi punta a chiedere risposte alla politica e ai dirigenti Asp. Noi non ci stiamo più, i cittadini pretendono che i loro diritti siano rispettati, poiché sono sanciti dalla Costituzione, come il diritto alla salute ed alle cure. Chiediamo che il poliambulatorio sia rafforzato che la gente possa utilizzare i servizi delle strutture pubbliche per curarsi».