domenica,Novembre 1 2020

Palmi, il Comune aderisce alla campagna per la lotta contro il tumore al seno

Airc Anci "Nastro rosa" 2020, l’assessore Ciappina: «Grazie alla sensibilizzazione, alla prevenzione e soprattutto alla ricerca, è aumentata la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi fino all’87%»

Palmi, il Comune aderisce alla campagna per la lotta contro il tumore al seno

Anche in questo difficile 2020, ottobre sarà il mese scelto dalla Fondazione AIRC quale momento per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca oncologica nella lotta al tumore al seno, la neoplasia più diffusa nel genere femminile. Si tratta di una patologia con una grandissima incidenza, la neoplasia più diffusa nel genere femminile, che colpisce una donna su nove nell’arco della vita; basti pensare che nel solo 2019 in Italia vi sono state circa 53.000 nuove diagnosi.

In occasione del primo di ottobre, in apertura del mese della sensibilizzazione, molti monumenti si tingeranno di “rosa”, per mostrare sostegno e vicinanza alle donne colpite dal tumore al seno.

L’Amministrazione Comunale di Palmi ha aderito convintamente alla campagna Nastro Rosa Airc, adottando l’hashtag #nastrorosaairc. Giovedì, il Monumento Cilea, sul quale campeggia la statua della Musa Erato, si illuminerà dunque di rosa.

«Abbiamo aderito con piacere alla campagna promossa dalla Fondazione AIRC e ANCI – ha affermato il sindaco Giuseppe Ranuccio – siamo convinti che sia fondamentale sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca».

«Oggi – ha aggiunto l’assessore Eliana Ciappina – grazie alla sensibilizzazione, alla prevenzione e soprattutto alla ricerca, è aumentata la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi fino all’87%; è importante, che il 01 ottobre, la nostra città indossi il rosa, colore che tingerà il monumento e la statua della Musa Erato, e che rappresenta non solo la vicinanza alle donne colpite dal tumore al seno, ma a tutte le donne, che combattono ogni giorno per se stesse, per la propria libertà e la propria vita».