domenica,Dicembre 6 2020

Coronavirus a Gioia Tauro, 13 nuovi casi positivi. L’annuncio del Comune

«La curva dei contagi da Covid-19 è in salita - si legge nel post - e il numero potrebbe aumentare ulteriormente nei prossimi giorni»

Coronavirus a Gioia Tauro, 13 nuovi casi positivi. L’annuncio del Comune

Aumentano i contagi da Coronavirus a Gioia Tauro. Stamane il Comune attraverso la sua Facebook ha annunciato 13 nuovi casi positivi in città. «La curva dei contagi da Covid-19 è in salita – si legge nel post – e il numero potrebbe aumentare ulteriormente nei prossimi giorni».

«Questi dati devono farci riflettere e non dobbiamo sottovalutare il pericolo Covid-19 abbassando i livelli di guardia necessari e indispensabili per tutelare la salute dei nostri concittadini.Non possiamo permetterci il lusso di fare aumentare il numero dei contagi a Gioia Tauro perché la Calabria non è attrezzata a ricevere in tutte le strutture ospedaliere un elevato numero di pazienti nei reparti di terapia intensiva».

«Siamo già orientati a chiudere il cimitero per un certo numero di giorni, a disciplinare i funerali e l’utilizzo delle sale delle società di Mutuo Soccorso, a chiudere, almeno nelle ore serali, le principali piazze della città per impedire il formarsi di punti di assembramento non controllabili. Siamo pronti a prendere tutte le misure che si renderanno necessarie al fine di salvaguardare e tutelare la salute di tutti i nostri concittadini».

«Tutti dobbiamo aver rispetto della nostra vita e della vita degli altri nostri concittadini. Dobbiamo avere soprattutto rispetto degli anziani e di tutte le persone più deboli e a maggiore rischio sanitario. Ci rivolgiamo, ancora una volta, ai giovani ad essere più rispettosi delle tre regole fondamentali di prevenzione Covid-19. Facciamo appello ancora una volta alle famiglie affinché diano i giusti consigli ai propri figli e vigilino sui loro comportamenti anche fuori casa. Raccomandiamo tutti a una maggiore prudenza e a non sottovalutare il pericolo del Covid-19. Chiediamo, ancora una volta, a tutti i nostri concittadini una maggiore collaborazione, responsabilità e soprattutto buon senso».