sabato,Novembre 28 2020

Nomina Zuccarelli, Tripodo: «Sulla sanità in Calabria si superi logica da spartizione politica»

Per il segretario metropolitano dei Giovani democratici di Reggio Calabria: «Il governo nazionale deve ascoltare i sindaci»

Nomina Zuccarelli, Tripodo: «Sulla sanità in Calabria si superi logica da spartizione politica»

«Apprendiamo dalla stampa che la nomina da parte del governo nazionale di Giuseppe Zuccatelli quale nuovo Commissario Straordinario per la sanità ha di fatto disatteso la richiesta di concertazione e confronto che il Sindaco Metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, i sindaci dell’intera area ed i consiglieri comunali del Pd avevano posto come elemento essenziale e prioritario per superare i disastri causati da un commissariamento che si protrae da oltre 10 anni »  questo secondo Katia Tripodo Segretario Metropolitano dei Giovani democratici di Reggio Calabria.

«Subiamo ancora una volta come Calabria l’ennesima nomina calata dall’alto senza il coinvolgimento del territorio e di chi quotidianamente lo rappresenta che sono i Sindaci, a questo si aggiunge la guida del Presidente F.F. Spirlì che oltre ad implementare il numero dei suoi collaboratori ,un contributo serio alla nostra regione non è in grado di offrirlo. La protesta dell’intera Calabria e dei primi cittadini in particolare modo non può fermarsi e va supportata senza se e senza ma al netto del colore politico» rincara la dose l’esponente dei Giovani Democrat.

«Saremo in prima linea, proveremo ad evitare che la sanità in Calabria venga gestita da logiche di spartizione politica e riteniamo necessario che si ponga fine al commissariamento che ha distrutto le speranze e le risorse necessarie per una sanità di qualità all’intero della regione Calabria» chiude.