giovedì,Novembre 26 2020

Coronavirus, esce dall’isolamento il sindaco Calanna Domenico Romeo

Il primo cittadino ammette: ««Non è stato facile convivere con il virus che rapisce il tuo pensiero e ti obbliga all’isolamento fisico mentre si continua a sentire il peso della responsabilità di amministrare una comunità»

Coronavirus, esce dall’isolamento il sindaco Calanna Domenico Romeo

Dopo 22 giorni termina la quarantene per il sindaco di Calanna Domenico Romeo.

«Non è stato facile convivere con il virus che rapisce il tuo pensiero e ti obbliga all’isolamento fisico mentre si continua a sentire il peso della responsabilità di amministrare una comunità e di gestire le continue emergenze che i ns. comuni affrontano.

E’ stato, oltremodo impegnativo, proseguire a distanza un lavoro che non è mai cessato e continuerà con ancora più motivazioni. Ma oggi ritrovo il sapore così atteso di questa piccola grande libertà, da vivere con i limiti, le cautele e la prudenza che questa nuova ed acuta fase epidemiologica richiede. Grazie ai tantissimi – compaesani e non – che in questo periodo mi hanno fatto giungere il loro affetto e vicinanza. Grazie ai colleghi Sindaci che mi hanno fatto sentire sempre forte il coinvolgimento nelle iniziative avviate in queste settimane. Grazie a tutti i componenti della giunta e del consiglio, grazie a tutto il personale comunale che ancor più sono stati vicini all’attività dell’Ente.

Il comune ha continuato ad ottemperare al suo compito primario: dare risposte e servizi primari alla comunità amministrata ed in questa fase emergenziale ha fatto anche più, sostituendosi nelle attività di isolamento del positivo e tracciamento dei contatti stretti ed altre incombenze a cui gli enti preposti, scontando inefficienze, disorganizzazioni strutturali e carenze croniche di personale, non sono in grado di adempiere con la tempestività che la situazione richiede.

In questo momento così difficile per tutti, mi piace, concludere con questi versi di speranza dello scrittore Angelo De Pascalis: “Tornerai, Vita. Tornerai in tutto il tuo splendore ad aprire le porte alla Luce. Tornerai tra le strade e colmerai le distanze. Vinceranno gli abbracci che abbiamo mancato,vinceranno le mani che non potevano toccare.Vinceranno quei giorni, che sembravano uguali,vincerà ciò che abbiamo perso e che non vedevamo.Vincerai tu, Vita….e sarai più bella di sempre.”».