lunedì,Giugno 27 2022

Coronavirus a Siderno, salgono i contagi: 65 i casi positivi

Si tratta di persone asintomatiche in isolamento domiciliare. Ad oggi nessuno risulta ricoverato in strutture ospedaliere

Coronavirus a Siderno, salgono i contagi: 65 i casi positivi

Come noto, l’Amministrazione Comunale, fin dalla prima fase dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19, segue costantemente l’andamento dei contagi sul territorio. A seguito del sensibile incremento dei casi registrati nelle ultime settimane, dal 5 novembre, pervengono a questo Ente, da parte del Nucleo di Monitoraggio COVID-19, già da tempo istituito presso la Prefettura di Reggio Calabria, comunicazioni relative ai cittadini residenti in questo Comune affetti da Sars-Cov 2 o che hanno avuto contatti diretti con soggetti positivi.

Il predetto Nucleo – composto da personale della Prefettura, dell’Azienda Sanitaria Provinciale e dal Grande Ospedale Metropolitano B.M.M, dall’Ufficio Scolastico Regionale, della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Metropolitana e del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana – ha il compito di raccogliere, in un database contenente la mappatura dei contagi, tutti i dati e le informazioni relative ai casi di infezione da Sars Cov -2 e all’esito dell’attività di tracciamento dei contatti.

Si precisa che l’attività di “contact tracing”, necessaria, come noto, ad individuare e isolare rapidamente gli eventuali casi secondari e interrompere così la catena di trasmissione, date le note criticità emerse, è stata di recente intensificata con il supporto del Nucleo, proprio per contribuire al contenimento della diffusione della pandemia, nonchè per monitorare e assicurare l’esecuzione delle misure di contenimento adottate dal Governo per contrastare il fenomeno epidemiologico.

Sulla scorta delle segnalazioni ricevute vengono adottati dalla Commissione Straordinaria provvedimenti contingibili e urgenti a tutela della salute pubblica per sottoporre le persone contagiate o potenzialmente esposte a rischio di contagio alle misure dell’isolamento fiduciario o della quarantena obbligatoria.

Ad oggi risultano 65 persone affette da Sars Cov 2 a seguito di tampone molecolare. Si tratta per lo più di persone asintomatiche o che presentano sintomi lievi e si trovano in isolamento domiciliare. Ad oggi nessuno risulta ricoverato in Strutture ospedaliere.

In questi ultimi giorni particolare attenzione è stata altresì rivolta al settore scolastico. Costanti interlocuzioni vengono mantenute con i Dirigenti dei plessi degli Istituti Comprensivi di primo grado, al fine di acquisire informazioni sulla situazione dei contagi e dei sospetti casi Covid all’interno degli edifici scolastici nonché rassicurazioni sul rispetto delle indicazioni fornite dal CTS, dal Ministero della Salute e delle Linee guida stabilite a livello nazionale dal MIUR ,al fine di garantire la massima sicurezza nelle scuole.

Anche nei riguardi del personale docente nonché nei riguardi degli studenti, già prontamente allontanati dalla comunità scolastica dai Dirigenti, risultati positivi ai test diagnostici molecolari, sono stati adottati i provvedimenti urgenti del caso. Il Comune ha, altresì, disposto nei giorni scorsi la sanificazione straordinaria dell’ I.C. “Pascoli – Alvaro” e dell’I.C. “Michele Bello” ove, ad oggi, sono stati registrati complessivamente 5 casi di positività all’infezione.

«Dato il rapido evolversi della situazione – si legge in una nota della triade commissariale – invitiamo calorosamente tutta la popolazione alla massima collaborazione e prudenza, confidando nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di contenimento stabilite nell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre u.s, rammentando, altresì, che la Regione Calabria, per effetto dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 4 Novembre scorso, è stata collocata nello “scenario di tipo 4” con un livello di rischio “alto”».

«E’ fondamentale, nei casi in cui è necessario spostarsi dalla propria abitazione, sempre in presenza di validi motivi giustificativi, rispettare il distanziamento interpersonale ed evitare forme di assembramento assolutamente ingiustificate, nonché munirsi di ogni forma di protezione individuale».

«Si informa, infine, che da oggi è attivo il Coc (Centro operativo comunale) con il supporto delle Associazioni di volontariato che operano nel territorio con le funzioni di assistenza alla popolazione. Il decreto con il quale è stato attivato il Coc è pubblicato all’albo pretorio on line e inserito sulla home page, nell’apposita sezione dedicata al COVID-19».

Articoli correlati

top