lunedì,Novembre 30 2020

L’ira di Falcomatà: «A Reggio si muore di Covid, ma la gente passeggia sul Corso. Così sarà un Natale triste»

Il sindaco della città metropolitana rammaricato riprende quanti stanno sottovalutando l'emergenza: «E' semplice indignarci per le restrizioni, ma queste immagini sono uno schiaffo a quei morti»

L’ira di Falcomatà: «A Reggio si muore di Covid, ma la gente passeggia sul Corso. Così sarà un Natale triste»

«Oggi a Reggio sono morte 3 persone di Covid 19. I nuovi contagi sono 142, per un totale di 2849 casi attivi in tutto il territorio metropolitano di cui 119 in reparto e 10 in terapia intensiva. Stasera, alle ore 19 sul Corso Garibaldi la situazione era questa».

Il sindaco della città metropolitana di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà rammaricato riprende quanti stanno sottovalutando l’emergenza. «E’ semplice indignarci per le restrizioni, criticarle e arrabbiarci per il mancato rispetto delle regole, ma queste immagini sono uno schiaffo a quei morti, a quelle persone ammalate, agli imprenditori che hanno dovuto chiudere le loro attività e ai bambini che da lunedì non potranno tornare a scuola Continuando così andremo incontro a un Natale triste e questo non è terrorismo psicologico, non sono i “poteri forti”, è la realtà. L’importante è esserne consapevoli, perchè a questo destino ci stiamo andando incontro da soli».