domenica,Gennaio 24 2021

Sanità Calabria, Calabrese: «Inaccettabile teatrino sulla pelle dei cittadini»

Il sindaco di Locri dopo la fumata nera per il nuovo commissario: «Servono scelte coraggiose e servono ora»

Sanità Calabria, Calabrese: «Inaccettabile teatrino sulla pelle dei cittadini»


«Tutti contro tutti. E’ un inaccettabile teatrino sulla pelle dei calabresi». Così il sindaco di Locri Giovanni Calabrese a poche ore dalla nuova fumata nera del Governo sulla nomina del nuovo commissario alla sanità calabrese.
«La politica continua a fare danni nella sanità e le conseguenze continuano a pagarle i cittadini. Dopo trent’anni di abusi, che hanno prodotto l’attuale scempio con complicità e responsabilità di tutte le forze politiche, oggi dopo quanto verificatosi nelle ultime settimane con le vergognose vicende che hanno visto personaggi come Cotticelli, la signora Maria, l’usciere, Zuccatelli, Gaudio e consorte, protagonisti di una tristissima pagina che ha ridicolizzato l’intero popolo calabrese, ci saremmo aspettati una soluzione rapida e, soprattutto, adeguata».

«Invece – prosegue il primo cittadino – ancora una volta si continua con il vecchio metodo finalizzato solo ed esclusivamente al “controllo” del comparto sanità con l’obiettivo di creare consenso dando continuità al solito noto sistema. Serve oggi una scelta, serve discontinuità, serve un piano di ricostruzione del sistema sanitario pubblico, servono scelte coraggiose e servono ora».