giovedì,Marzo 4 2021

Taurianova, l’azienda Biomatrix dona strumentazione all’Usca

A ricevere il materiale donato è stato Giovanni Calogero, direttore della struttura speciale che opera nel distretto tirrenico dell'Asp di Reggio Calabria

Taurianova, l’azienda Biomatrix dona strumentazione all’Usca

Una nuova donazione ricca di opportunità, destinazione Usca di Taurianova. L’ha fatta l’azienda Biomatrix, impresa che opera nel settore dell’ambiente, con sede nell’area industriale di San Ferdinando, e la consegna è avvenuta nei locali dell’ex ospedale di Taurianova, che oggi ospita il laboratorio dell’Unità che si occupa dello screening, del tracciamento e dell’assistenza domiciliare per il contenimento della pandemia.

A ricevere il materiale donato è stato Giovanni Calogero, direttore della struttura speciale che opera nel distretto tirrenico dell’Asp di Reggio Calabria, che, coadiuvato dai medici e dagli infermieri impegnati nella task force, ha già trovato l’utilizzo giusto. Nient’affatto che normale il set dell’apparecchiatura donata, da qui la soddisfazione espressa dagli operatori sanitari a Fernanda Romeo e Raffaele D’Agostino – rispettivamente amministratore unico e direttore tecnico della Biomatrix – che hanno espresso la chiara volontà di potenziare quella che in questo momento è certamente la struttura territoriale più esposta nella lotta al covid, nell’area dove l’azienda è radicata, ovvero la Piana di Gioia Tauro. A parte le mascherine di ogni tipologia, nei colli portati da Romeo e D’Agostino, il personale dell’Usca ha trovato anche termoscanner, saturimetri ventilatori polmonari mobili, stampanti termiche, monitor da collegare ai defibrillatori. Insomma, strumenti quanto mai necessari nell’emergenza in corso che serviranno a dare risposte sempre più all’altezza a quanti necessitano di cure domiciliari perchè hanno contratto il virus.