venerdì,Maggio 14 2021

Discussione Legge Zan, Nucera: «La Commissione non è un ring, ma tutti avranno lo spazio»

La presidente della commissione Pari opportunità risponde alle accuse del Movimento Provita: «Se necessario faremo anche tre incontro per discutere, siamo aperti a tutte le richieste di intervento nel dibattito»

Discussione Legge Zan, Nucera: «La Commissione non è un ring, ma tutti avranno lo spazio»

«Sulla legge Zan a tutti sarà dato lo spazio di discussione». Interpellata da Ilreggino.it seda ogni polemica Lucia Nucera, presidente della commissione comunale Pari opportunità che per mercoledì ha programmato il primo incontro per discutere del testo. L’accusa era arrivata dal movimento Provita: la commissione era stata convocata in fretta e furia, dopo la diffusione del video che ritraeva due omosessuali violando la loro privacy, ma soprattutto, a detta del movimento era una discussione “tra amici” ossia con associazioni favorevoli all’adozione della legge.

Raccontando i fatti la Nucera afferma «Intanto la commissione ha programmato non uno ma due incontri: nel primo incontro ci sono alcune associazioni, altre associazioni saranno convocate per il secondo incontro previsto giorno 12 maggio. C’è un programma già pubblicato dalla segretaria, ma in una nota stampa chiederò a tutte le associazioni che vogliono essere audite sul tema del decreto Zan di far pervenire con la loro mail

Tutti avranno lo spazio, non è un ring. È un confronto tra le associazioni e chi parteciperà. Mercoledì scorso ho già chiesto di far pervenire in segreteria i nomi di associazioni che intendono intervenire, al momento non è arrivata nessuna richiesta. La cosa voglio ribadire che sono stai fissati due incontri e se necessario possiamo fissarne un terzo per chi ne farà richiesta. Per ogni tematica, facciamo un primo incontro per partire con l’argomento. Mi dispiace che si faccia già polemica prima di iniziare.

E sulle accuse di una partenza accelerata per i fatti di cronaca Nucera ribadisce «Assolutamente no, ci sono telefonate che lo possono testimoniare, l’incontro era già programmato da parecchio tempo. Addirittura c’è stata anche la richiesta specifica da parte di qualche consigliere».

top