mercoledì,Giugno 29 2022

Cinquefrondi, la sede del vecchio Tribunale diventerà la Casa della salute

Previsto un finanziamento di quasi 1,5 milioni. Sindaco Conia: «A giugno riprenderemo le assemblee pubbliche con la cittadinanza»

Cinquefrondi, la sede del vecchio Tribunale diventerà la Casa della salute

Ora è ufficiale, Cinquefrondi avrà presto la sua Casa della salute. Con un finanziamento di 1.497.453. euro, la sede del vecchio Tribunale verrà trasformata in una Casa della salute per tutti i cittadini del comprensorio.

Ad annunciarlo, il sindaco Michele Conia. «Ci sarà una “presenza medica” 24 ore al giorno sette giorni su sette, insieme agli infermieri (12 ore al giorno per 7 giorni) – ha spiegato il primo cittadino -. Ci saranno anche specialisti come lo psicologo, il logopedista, il fisioterapista, il dietista, il tecnico della riabilitazione e l’assistente sociale, ma quando necessario anche il cardiologo, lo pneumologo o il diabetologo.

Ci sarà infine, anche un punto per i prelievi e per gli screening oltre che per le vaccinazioni. Qui si potranno poi trovare anche i servizi classici di prenotazione di visite e ricoveri (il Cup) e si potrà far attivare l’assistenza direttamente a casa, oppure ancora i nuovi servizi di telemedicina oltre che i servizi per la salute mentale, le dipendenze o l’assistenza sociale».

Il sindaco Conia ha poi colto l’occasione per annunciare che nel mese di giugno «riprenderemo le assemblee pubbliche con la cittadinanza che il Covid ha, purtroppo, frenato. Sento forte la necessità di confrontarmi con il popolo, sento anche il dovere di spiegare bene tutti i grandi progetti che stanno per partire e che cambieranno il futuro della nostra Cinquefrondi. Sarà una rivoluzione, dal campo sociale a quello culturale e della scuola e ci saranno opere strutturali che faranno di Cinquefrondi una città, una città bellissima e piena di nuove opportunità.

Per sfruttare tutto questo sarà necessaria la collaborazione attiva delle associazioni, dei volontari, degli artigiani, degli imprenditori, dei professionisti e di tutto il popolo, le opportunità saranno davvero tante e straordinarie. Non c’è tempo per i rassegnati e per i disfattisti, il futuro appartiene ai coraggiosi, agli ottimisti ed a chi ama davvero Cinquefrondi».

top