martedì,Dicembre 6 2022

Siderno, cala il silenzio sulla Casa della Salute: progetto ancora in stand by

Il piano di riconversione dell'ex ospedale è ancora fermo. Il comitato cittadino scrive ad Occhiuto: «Non è possibile accettare ulteriori ritardi»

Siderno, cala il silenzio sulla Casa della Salute: progetto ancora in stand by

E’ ancora in stand by il progetto per riqualificare l’ex ospedale di Siderno in Casa della Salute. Dopo l’aggiudicazione dell’appalto, esattamente un anno fa, Ad un sopralluogo dello scorso marzo dei tecnici dell’Asp di Reggio Calabria per avere un quadro chiaro della situazione, sarebbe dovuto seguire un incontro in municipio, previsto inizialmente per fine agosto, con i rappresentanti dei comitati cittadini e l’amministrazione comunale per la presentazione ufficiale del progetto. «Ad oggi però è tutto fermo» spiegano Francesco Martino e Sasà Albanese, i referenti del comitato sidernese “Casa della salute”, i quali hanno inviato una missiva al governatore della Calabria Roberto Occhiuto, al commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria Lucia Di Furia e al primo cittadino di Siderno Mariateresa Fragomeni per chiedere lumi. 

«Nessuna comunicazione sul merito ci è arrivata – Abbiamo il dubbio che i lavori siano in ritardo e vorremo avere informazioni più precise, memori dei differimenti che in questi anni si sono verificati e che solo la nostra iniziativa, dopo 13 anni di ritardi, è riuscita a riportare all’attenzione e a sbloccare l’iter, che era fermo, senza motivo, all’Asp di Reggio Calabria». A preoccupare gli attivisti è il silenzio calato sulla vicenda. «Non è possibile accettare ulteriori ritardi, visto che sono già oltre dieci gli anni di attesa per avere una struttura capace di erogare servizi essenziali per la tutela della salute dei cittadini di questo comprensorio. Non siamo disposti ad accettare ulteriori meline e ritardi che negano il sacrosanto diritto a curarsi. Vorremmo sapere a che punto è il progetto e chiediamo che venga convocata la riunione prevista a Siderno, al più presto possibile, di presentazione delle linee guida, in modo che vengano ascoltati i suggerimenti del Comune».

Articoli correlati

top