domenica,Maggio 19 2024

Gom di Reggio Calabria, storie di buona sanità: donna salvata da una grave patologia

Una nostra lettrice ha condiviso la storia di sua madre, operata per una grave malattia al Grande ospedale metropolitano

Gom di Reggio Calabria, storie di buona sanità: donna salvata da una grave patologia

Una nostra lettrice, Emanuela Albanese, ha voluto condividere una storia di buona sanità, che ha visto protagonista il Gom di Reggio Calabria, dove è stata salvata la vita a sua madre. Ecco la testimonianza inviataci: «Nei giorni scorsi a mia madre veniva diagnosticata una grave patologia, che spesso porta tanti nostri concittadini ai cosiddetti viaggi della speranza. Scrivo queste poche righe per dire invece che al nostro Grande ospedale metropolitano, tutto ciò è stato affrontato con grande professionalità e gentilezza. Mia madre è stata prontamente operata e presto sarà felicemente con tutti noi.

Per questo volevo ringraziare pubblicamente tutti i sanitari che in modo eccellente hanno reso possibile tutto ciò e che nonostante le difficoltà dovute alla carenza di personale, rendono il nostro ospedale una vera eccellenza della sanità calabrese. In particolare il dott. Salvatore Costarella, direttore della Uoc di Chirurgia generale che l’ha operata con una metodica all’avanguardia che prevede l’utilizzo del robot in sala operatoria, il dott. Filippo Bova, direttore della Uoc di Gastroenterologia, il dott. Frank Benedetto, direttore della Uoc di Cardiologia, il dott. Pasquale Palumbo, dirigente medico della Uoc di Anestesia, diretta dal dott. Sebastiano Macheda, il dott. Massimo Caracciolo, direttore della Terapia intensiva post operatoria e ovviamente tutto il personale dell’ospedale. Potenziamo la nostra sanità e rinunciamo ai viaggi della speranza».

top