sabato,Ottobre 16 2021

Aumento tumori a Motta? Crea: «Tansi non è il primo a denunciare»

La problematica era stata sollevata e portata all’attenzione dell’allora Prefetto della Provincia di Reggio Calabria dal Sindaco del Comune di Motta San Giovanni, Paolo Laganà

Aumento tumori a Motta? Crea: «Tansi non è il primo a denunciare»

«In riferimento alla nota del 15 novembre 2019 del Sindaco del Comune di Motta San Giovanni, Giovanni Verduci, nella quale si richiede un autorevole intervento del Prefetto di Reggio Calabria in merito alle dichiarazioni del geologo Carlo Tansi che avrebbero suggestionato la popolazione con riferimenti a malattie tumorali e situazioni nefaste, si vuole ricordare che già la problematica era stata sollevata e portata all’attenzione dell’allora Prefetto della Provincia di Reggio Calabria dal Sindaco del Comune di Motta San Giovanni, Paolo Laganà, nel corso di un incontro tenutosi presso la Prefettura di Reggio Calabria in data 7 febbraio 2011 per discutere con gli enti interessati delle criticità che gravano sul territorio di Lazzaro (ambientali, idrogeologiche, ecc.) portate all’attenzione dal Comitato Torrente Oliveto».

A riferirlo è Vincenzo Crea portavoce dell’Ancadic che ha ricordato come «il Sindaco del tempo Paolo Laganà con riferimento alla discarica di Comunia ha rappresentato: ” altra problematica è dovuta alla presenza nel territorio comunale di una discarica che, con l’apporto finanziario dell’Ufficio del Commissario per il superamento dell’emergenza nel settore dei rifiuti solidi urbani, deve essere messa in sicurezza. Al riguardo manifesta preoccupazioni poiché nella zona in cui si trova il predetto impianto di smaltimento si è registrato un aumento di malattie tumorali che tanto hanno indotto a richiedere reiteratamente all’ARPACAL lo svolgimento di una più approfondita indagine in loco”.

Quanto affermato dalla massima autorità sanitaria locale, è già sufficiente per destare preoccupazione per la salute della popolazione, se poi aggiungiamo che per anni all’interno della discarica e nelle zone circostanti ad essa, interessate da rifiuti e percolato pascolano liberamente animali da reddito, la frittata è servita.

Questo Comitato non ha potuto riscontrare alcuna iniziativa e risoluzione nel merito agli accertamenti richiesti dal Sindaco del tempo  all’ARPACAL. 

Riteniamo che non si possa mettere in dubbio la competenza e la professionalità del dott. geologo Carlo Tansi, qualità già espresse nel ruolo di Dirigente della Protezione civile regionale e geologo del CNR.

Abborriamo i comportamenti che vogliono mettere la polvere sotto il tappeto».

Articoli correlati

top