domenica,Ottobre 17 2021

Convocato vertice di maggioranza. Sostegno a Callipo e “consiglieri transfughi” i nodi da affrontare

Numerose le richieste dei gruppi di maggioranza che sono state veicolate da Demetrio Delfino al sindaco per convocare la riunione. Serve chiarezza e c'è chi nelle chat, come Nancy Iachino, sbotta: "Chi non sta con Callipo è fuori dal Pd"

Convocato vertice di maggioranza. Sostegno a Callipo e “consiglieri transfughi” i nodi da affrontare

Alla fine arriva la convocazione del vertice di maggioranza a palazzo San Giorgio. Sul tavolo del presidente del Consiglio Demetrio Delfino da tempo erano arrivate le richieste di diversi esponenti del centrosinistra che sorregge l’Amministrazione di Giuseppe Falcomatà e, dopo il confronto tra i due è stata fissata la riunione dei gruppi consiliari di maggioranza per lunedì prossimo.

Non è stato fissato l’ordine del giorno, ma è chiaro che la discussione interna verterà su due temi in particolare. Il primo riguarda il sostegno a Pippo Callipo alle prossime elezioni regionali. Il primo cittadino, che da tempo ha preso le distanze dal governatore Mario Oliverio, si è schierato apertamente con il Pd e con Nicola Zingaretti a sostegno dell’imprenditore vibonese. L’idea è quella di chiedere un sostegno unitario al Pd e agli altri gruppi. Anche perché il risultato di Reggio sarà attentamente monitorato anche in viste delle comunali di primavera. E c’è chi tra i rappresentanti democratici, come Nancy Iachino, ha chiesto a tutti di parlar chiaro rappresentando che chi non sostiene Callipo dovrà chiamarsi fuori dal Pd. Il ragionamento, però, si estenderà a tutti i componenti vicini a Oliverio che si trovano in situazione di imbarazzo e cioè i vari Rocco Albanese, Filippo Burrone, Giuseppe Quartuccio e lo stesso Demetrio Delfino, nonché agli assessori Anna Nucera e Lucia Nucera.

Altro tema che sarà posto è quello relativo ai cosiddetti “transfughi” e cioè consiglieri ancora in maggioranza e con deleghe in mano che sarebbero in aperta trattativa con i partiti di centrodestra. Da tempo le posizioni di Nicola Paris, Demetrio Marino e Antonino Mileto sono sotto esame e hanno animato diversi e animati scambi sulla chat della maggioranza. A tutti loro si chiederà chiarezza sulle proprie posizioni per evitare ambiguità e spaccature in vista delle prossime regionali. La situazione, insomma, all’interno di palazzo San Giorgio è  molto più complessa di quanto descritto dal commissario provinciale Giovanni Puccio che, assente dal territorio in maniera quasi totale, ha inteso diffondere una nota per esaltare il valore dell’azione amministrativa del sindaco. Un comunicato che per tempistica, sembrerebbe un assist a Giuseppe Falcomatà proprio in vista dei prossimi e delicato passaggi politici.

Riccardo Tripepi

Articoli correlati

top