venerdì,Aprile 16 2021

Meloni e Ripepi stoppano Salvini. «Il candidato sindaco spetta a Fratelli d’Italia»

Esplode la polemica tra alleati dopo le rivendicazioni del Carroccio. Il consigliere comunale di Fdi non ha dubbi: «il partito a Reggio è tra i più forti d'Italia e ha una classe dirigente in grado di esprimere la candidatura. Bene ha fatto Giorgia a rivendicarla»

Meloni e Ripepi stoppano Salvini. «Il candidato sindaco spetta a Fratelli d’Italia»

Fratelli d’Italia vuole il candidato sindaco a Reggio. Lo si era capito già dopo la visita di Matteo Salvini in riva allo Stretto che ha lasciato tantissimi malumori per le pretese leghiste sulla città. Adesso è ancora più chiaro dopo le dichiarazioni rilasciate da Giorgia Meloni a Cosenza, a margine di una risposta data sulle prossime regionali.

«Speriamo che le risposte arrivino presto, soprattutto dalla Lega noi avremmo potuto anche chiedere un nostro candidato presidente, abbiamo una classe dirigente autorevolissima, sono complessivamente fatte altre scelte, ma Fratelli d’Italia – ha detto la Meloni – si considera un partito rilevante, lo faremo valere per le prossime elezioni amministrative, penso al sindaco di Reggio Calabria».

Uno stop bello e buono al Carroccio come richiesto dai tanti militanti in fermento. «Bene ha fatto Giorgia Meloni a rivendicare il candidato sindaco – ha detto il consigliere comunale e referente reggino di Fdi Massimo Ripepi – Reggio è tra le prime tre Province in Italia come risultati ottenuti dal partito e ha una classe dirigente in grado di esprimere una candidatura autorevole».

Ripepi snocciola tutti i dati a sostegno della tesi: «Con la mia candidatura al Senato abbiamo ottenuto il record per Fdi in Italia con il 7,8% fino ad arrivare al 12,25% alle ultime europee. Stiamo crescendo in maniera esponenziale in tutta la Calabria – ha detto ancora Ripepi – e avremmo potuto esprimere anche il candidati governatore. Certo ci sono accordi nazionali da rispettare e sarà Fi ad esprimerlo, ma certo che al tavolo rivendicheremo il candidato sindaco per Reggio».

Chi si aspettava che la doppia visita Meloni-Salvini in Calabria avrebbe chiarito la situazione in vista delle regionali è rimasto deluso. Non solo non è stato sciolto il nodo relativo al candidato presidente, ma addirittura si è aperto un scontro tra Lega e Fdi su Reggio. Anche se Ripepi prova a buttare acqua sul fuoco. «Salvini ha tutto il diritto di rivendicare una candidatura, anche se la Lega è ancora poco strutturata sul nostro territorio, ma certo che Fdi non abdicherà. Inizieremo la discussione subito dopo le regionali che avranno un peso anche in questa direzione».

Ed in effetti i risultati che otterranno i singoli partiti alle regionali del prossimo 26 gennaio saranno il punto di partenza per la discussione sulle elezioni di Reggio che si svolgeranno nella prossima primavera.

«Il centrodestra vincerà – dice Ripepi – sia alla Regione che al Comune perché il centrosinistra ha fallito. E dopo l’appuntamento con le regionali dovremo cominciare a parlare di programma perché la Città deve risollevarsi dopo il terremoto amministrativo causato dai cinque anni di Giuseppe Falcomatà. C’è bisogno di infrastrutture, di un aeroporto efficiente, del rilancio della rete dei porti turistici e dello scalo di Gioia Tauro, serve cambiare il sistema della raccolta dei rifiuti. Serve ridare la speranza ai reggini».

Articoli correlati

top