giovedì,Gennaio 27 2022

Falcomatà e Burrone fanno visita ai ragazzi del Centro Skinner

Nei giorni scorsi a palazzo San Giorgio la mostra dei lavori degli ospiti: un richiamo alla responsabilità verso le esigenze dei più deboli

Falcomatà e Burrone fanno visita ai ragazzi del Centro Skinner

Il sindaco Giuseppe Falcomatà, accompagnato dal consigliere comunale Filippo Burrone, ha incontrato per gli auguri di Natale gli operatori del Centro socio educativo Skinner, i ragazzi in carico allo stesso centro e i loro familiari.

«Aldilà dell’aspetto prettamente istituzionale – ha dichiarato il sindaco Falcomatà – sono legato al Centro Skinner da un rapporto speciale che si rinnova di giorno in giorno. Desidero complimentarmi con le attività del Centro. E’ stata l’occasione per festeggiare insieme il Natale ma, soprattutto, per testimoniare l’attività continuativa che, con pazienza e sacrificio, gli operatori portano avanti da quasi quarant’anni». Nei giorni scorsi, la galleria di Palazzo San Giorgio è stata impreziosita grazie ai lavori dei ragazzi del Centro reggino richiamando l’attenzione verso grandi temi comuni, la libertà e la responsabilità verso le esistenze più deboli – ed ha aggiunto – conosco bene il modello operativo che caratterizza il Centro, orientato verso la ricerca della massima autonomia possibile di ogni minore in carico, attraverso un programma d’intervento individualizzato. Ho visto negli occhi dei ragazzi del Centro tanta serenità e positività, ciò significa che stanno bene e sono in ottime mani».

Il consigliere delegato Filippo Burrone ha fatto eco al primo cittadino: «Un grazie infinito agli operatori del Centro Skinner in missione, da sempre, per i ragazzi della nostra città. In questi anni di Amministrazione ho avuto il piacere e l’onore di conoscere delle persone speciali che mi hanno arricchito come amministratore, come cittadino e come uomo. Tutto lo staff del Centro Skinner è eccezionale e non perde occasione per farci sentire tutto il suo calore non disdegnando un richiamo quando è corretto porre in evidenza i nostri doveri».

Il consigliere Burrone si è poi complimentato con il Centro socio educativo che opera «dal 1981 con passione e porta avanti obiettivi meravigliosi superando qualsiasi tipo di difficoltà ma anche per la seconda edizione della mostra andata in scena dal 9 all’11 dicembre nella Galleria della casa comunale. Un buon modo per mettere in evidenza gli orizzonti della cura – ha evidenziato il consigliere – indirizzati ad arginare le differenze stigmatizzanti che relegano i soggetti affetti da disabilità nel limbo dell’indifferenza».

Articoli correlati

top