martedì,Gennaio 18 2022

Emergenza lavoro, il progetto Escogita alle battute finali

Durante l’incontro, l’idea sviluppata insieme alla Diocesi ha presentato i risultati ottenuti dai giovani vincitori del concorso itinerante di idee imprenditoriali

Emergenza lavoro, il progetto Escogita alle battute finali

Si è tenuto presso la Sala Monsignor Ferro dell’Auditorium San Paolo l’evento conclusivo del Progetto Escogita.Erano presenti il S.E. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini – Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova, Il Prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani ed il Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

«Desidero fare un plauso agli organizzatori del Progetto Escogita – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Falcomatà. Viviamo in una città nella quale, tra le tante difficoltà che ci sono, una su tutti è sicuramente il lavoro. Il lavoro che manca, che è instabile o che è a rischio. Il percorso portato avanti dagli organizzatori del progetto ha messo in luce tantissimi aspetti sui quali riflettere e ragionare in ottica futura».

«Sul tema lavoro occorre evidenziare, a mio avviso, due punti cardine. Il primo è che Reggio Calabria è una città che premia il merito dove si afferma soltanto non chi conosce qualcuno ma chi conosce e sa fare qualcosa. Il secondo è che nella nostra città si può fare impresa. La si può fare se le istituzioni sono vicine e se sostengono la fase iniziale di “start-up”. Si può fare impresa se l’ente pubblico non ragiona esclusivamente con l’intento di creare lavoro, ma di generare le condizioni affinché si inneschi quel circuito virtuoso capace di promuovere e valorizzare ogni idea. Tutto questo per far si che le idee si possano realizzare qui e non altrove».

«L’amministrazione comunale – ha evidenziato Falcomatà – in questo caso ha messo a disposizione un bene, confiscato alla criminalità organizzata per la realizzazione di questa “start Up”. Per tutti questi motivi, la premiazione del progetto Escogita è un segnale di speranza significativo».

Durante l’incontro, l’idea sviluppata unitamente all’ufficio Problemi Sociali e Lavoro dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova ha palesato i risultati ottenuti dai giovani vincitori del Pitch Event Social BUSiness in Tour, il Concorso itinerante di Idee imprenditoriali che si è svolto su un BUS di Linea dell’Atam, lungo un itinerario cittadino in otto fermate.

«Il contest è stato sviluppato e realizzato con successo in collaborazione con Atam – ha concluso il sindaco Falcomatà. Oggi Atam è un’eccellenza. Nel 2014 in tanti nutrivano dubbi sul passaggio dell’azienda dall’essere una società parastatale alla trasformazione verso il pubblico che, a detta di molti, poteva essere un salto nel vuoto che così non è stato».

Articoli correlati

top