sabato,Novembre 27 2021

In mostra le foto del cibo che unisce i popoli anche quando il sovranismo li divide

Al castello Aragonese l’esposizione di Bluocean “Food Culture and Food Ways. Tradizioni e culture dal mondo” di Penny De Los Santos

In mostra le foto del cibo che unisce i popoli anche quando il sovranismo li divide

In mostra, con Bluocean, le foto del cibo che unisce i popoli anche quando il sovranismo li divide. Un viaggio nel viaggio, l’esposizione delle fotografie “Food Culture and Food Ways. Tradizioni e culture dal mondo” di Penny De Los Santos. I colori delle spezie sono così vivi che sembra quasi di poterli toccare. Odori e immagini si confondono regalando un quadro vivido che permettere di viaggiare in paesi che non conosciamo. Con i suoi frammenti di vita da tutte le parti del mondo arriva al Castello Aragonese di Reggio Calabria l’esposizione, inaugurata oggi pomeriggio, alla presenza, tra gli altri, della stessa fotografa, prima firma di National Geographic, di Francesco Scarpino curatore della mostra e amministratore di Bluocean, di Irene Calabrò, assessore comunale alla valorizzazione del patrimonio culturale.

La mostra, ideata e prodotta da Bluocean, potrà essere visitata con accesso gratuito, fino al 2 febbraio 2020. Si tratta di 38 opere, oltre a pannelli didascalici, di straordinaria valenza artistica e dal forte impatto emozionale. «Ho iniziato questo lavoro per capire quella che poteva essere la cultura che mi circondava e in più un modo per capire chi sono io realmente. Ho iniziato in Messico, a fare fotografie in strada – racconta la fotografa – l’aspetto interessante del cibo nel raccontare una cultura è che rappresenta ciò che ci unisce: non ci sono limiti di lingua, di provenienza: è qualcosa che ci lega tutti insieme. Mi piace stare nei posti dove il cibo è al centro della comunità, è un punto di aggregazione come per esempio in Italia».

«Siamo all’interno di un percorso consolidato: Bluocean è partner di National Geografic dal 2009 – spiega Scarpino – quindi siamo legati a questa straordinaria realtà, sia per quanto riguarda la formazione fotogiornalistica, sia per le mostre dedicate ai grandi fotografi del nostro tempo. Penny De Los Santos è una grande firma del Washington Usa ed è l’esperta più titolata a raccontare la cultura più intima di ogni popolo che è quella legata al cibo, alla nutrizione. Quanto abbiamo costruito questo progetto scientifico, editato in Italia e Bluocean la inserirà nel circuito nazionale, abbiamo creduto che raccontare questa cultura vuol dire raccontare qualcosa che unisce i popoli anche quando i nazionalismi li dividono. Ed è una grande opportunità: è un modo per fare un viaggio nel viaggio e conoscere l’animo più vero di tanti popoli». Confessa Scarpino «è in città da qualche giorno ed è rimasta colpita dall’aspetto scenico della città di Reggio, dalla posizione, dalla bellezza, l’ha definita unica nel suo genere, e in questi giorni ha assaggiato particolarità culinarie reggine ed è rimasta favorevolmente colpita – e poi conclude – per questo non dobbiamo perdere la consapevolezza di vivere in una città con straordinarie possibilità. Effettivamente Reggio ha grandissime potenzialità».

La fotografa di fama internazionale resterà in riva allo Stretto fino al 15 gennaio per dirigere un modulo del Bluocean’s Workshop, evento didattico di alta formazione fotografica patrocinato da National Geographic. L’appuntamento dal titolo “Il cibo dell’area mediterranea. Calabria terra di cultura e sapori” vedrà al centro delle attività didattiche le straordinarie risorse enogastronomiche del territorio reggino.

Articoli correlati

top