giovedì,Ottobre 21 2021

Museo di Reggio fuori dalla top 30 del Mibact

Non bastano i 227mila ingressi per piazzarsi fra i musei più visitati in Italia nel 2019

Museo di Reggio fuori dalla top 30 del Mibact

Il nuovo museo archeologico di Reggio Calabria ancora fuori dalla top 30 del Mibact dei più visitati del 2019. Non sono bastati per il MarRc i 227mila ingressi per entrare tra i posti più ambiti dai turisti.

Il MarRc resta ancora fuori dalla top 30, la classifica dei musei italiani più visitati nel 2019. Leggiamo e rileggiamo i numeri ma il museo reggino non figura nei dati resi noti dal Mibact. Anche il museo nazionale delle Marche è riuscito a fare meglio. Ancora una brutta sorpresa per palazzo Piacentini (il museo archeologico della città dello Stretto) che, dopo quasi 4 anni dalla sua riapertura, nonostante i milioni di investimenti, le mostre, gli scambi e i protocolli siglati, non riesce ad entrare nella prestigiosa classifica.

La coda della top 30 dei musei

La Top 30 dei musei e dei parchi archeologici statali del 2019 vede il podio immancabilmente occupato dal Colosseo, con oltre 7,5 milioni di visitatori, le Gallerie degli Uffizi, con quasi 4,4 milioni di ingressi, e Pompei, con circa 4 milioni di presenze. A seguire ci sono la Galleria dell’Accademia di Firenze e Castel Sant’Angelo, tutte realtà che da molti anni occupano la cima della classifica della Top 30. Tra i primi cinque istituti, in termini assoluti da segnalare la crescita di Pompei che vede aumentare di 160.000 unità i biglietti staccati nei soli scavi.
Tanti sono i musei e i luoghi d’arte e di storia in forte ascesa. E infatti, in coda, al trentesimo posto c’è il museo di Capodimonte, con 252mila ingressi (nel 2018 erano 188.322), al posto n. 29 le Terme di Caracalla con 258.486 e persino la la Galleria nazionale delle Marche, ventottesima, che fa un exploit passando dalle 194.099 visite del 2018 a 265.575 del 2019.

Il confronto con gli altri anni

Se guardiamo ai numeri, gli ingressi al MarRc sono stati 227mila nel 2019, erano stati 225.613 nel 2018 e 215.846 nel 2017. Un trend in aumento che non è servito poiché non sufficiente.
C’è anche da sottolineare che se il museo non fa grossissimi numeri “la colpa” non è solo del museo, bensì del fatto che la città dello Stretto è completamente avulsa da circuiti e percorsi turistici. Aggiungendo a questo dati noti ossia l’insufficienza delle strutture ricettive. Dati sui quali bisognerà intervenire e per modificare il trend se si vuol dare a palazzo Piacentini gli onori che merita.

Articoli correlati

top