venerdì,Maggio 24 2024

Coronavirus, la Uil-Fpl chiede la rimozione dei commissari Asp

Il sindacato invoca un urgente intervento per la nomina di una personalità di alto profilo al fine di fronteggiare adeguatamente l'emergenza

Coronavirus, la Uil-Fpl chiede la rimozione dei commissari Asp

«Assegnazione illegittime di funzioni ed incarichi a dipendenti afferenti l’Area contrattuale Medica e del Comparto, stravolgendo l’assetto organizzativo di una intera componente dell’Asp e violando quanto previsto dalle norme contrattuali». E’ la nuova denuncia della Uil-Fpl di Reggio Calabria, che si scaglia contro i commissari che gestiscono la sanità in Calabria, chiedendone l’immediata rimozione.

«In uno dei momenti più drammatici vissuti dal nostro Paese – tuona il sindacalista Nicola Simone – per le note vicende legate al contagio da coronavirus, alla luce delle evidenti criticità riscontrate nel sistema sanità soprattutto alle nostre latitudini c’è chi trova tempo per approntare un provvedimento inopportuno ed illegittimo che sottrae risorse umane e professionali al fronte del Covid-19. Un atteggiamento che lascia sgomenti per la manifesta inadeguatezza dimostrata sul campo».

Secondo il sindacato i commissari «proprio nel momento in cui necessiterebbe maggiormente la loro collegiale presenza sul campo a gestire, coordinare e guidare, tranquillizzare le “truppe” sul campo, abbandonano una nave con a bordo centinaia di medici, infermieri, oss, tecnici, farmacisti, amministrativi, personale delle pulizie, fornitori, sono rimasti nelle loro postazioni a fronteggiare il nemico».

La Uil chiede dunque «un urgente intervento teso alla nomina di un commissario di alto profilo professionale e di elevata competenza per fronteggiare adeguatamente l’emergenza in corso e le possibili nefaste conseguenze qualora la situazione dovesse peggiorare».

Articoli correlati

top