domenica,Settembre 25 2022

Coronavirus a Bovalino, il sindaco: «Caso isolato. No alla caccia all’untore»

Il messaggio del primo cittadino: «Dal paziente condotta irreprensibile. Basta con le fake news»

Coronavirus a Bovalino, il sindaco: «Caso isolato. No alla caccia all’untore»

«Il cittadino risultato positivo al coronavirus è una persona che ha avuto una condotta irreprensibile». Così in un videomessaggio pubblicato sulla sua pagina Facebook il sindaco di Bovalino Vincenzo Maesano, all’indomani del primo caso accertato di Covid-19 nel suo Comune.

«Il pazienze, appena avuto qualche sintomo si è autoisolato – spiega il primo cittadino bovalinese – si tratta di un caso circoscritto e isolato, i contatti sono stati molto limitati. Il contagio – sottolinea Maesano – è avvenuto anche fuori dal territorio comunale. Adesso è importante restare sereni. Non serve la caccia all’uomo e al nome. Serve comprendere che dall’8 marzo è necessario rispettare il distanziamento sociale e limitare gli spostamenti. Bovalino sta rispondendo bene come altri territori limitrofi. E’ necessaria una solidarietà collettiva imprescindibile. Solo così riusciremo a superare le difficoltà».

Infine un messaggio ai giovani: «Non usate i social per diffondere paure e fake news, attenetevi alle comunicazioni uffuciali».

Articoli correlati

top