giovedì,Agosto 11 2022

Coronavirus, a Villa San Giovanni un gruppo di lavoro per gestire la fase 2

Il sindaco f.f. Richichi: «I professionisti affiancheranno l'amministrazione comunale in maniera gratuita»

Coronavirus, a Villa San Giovanni un gruppo di lavoro per gestire la fase 2

In vista di una graduale ripresa anche il sindaco di Villa San Giovanni, che sostituisce da 100 giorni Giovanni Siclari, annuncia durante il Consiglio Comunale tenutosi il 24 aprile, la messa in campo una squadra di professionisti villesi che hanno manifestato la volontà di voler aiutare la città a risollevarsi, in grado di supportarla con scelte ponderate e condivise al fine di tornare al più presto alla normalità.

Un gruppo di lavoro che preliminarmente si è riunito ieri per proporre idee sulla cosiddetta Fase 2 che avrà il suo avvio a partire dal prossimo 4 maggio. In un lungo intervento Maria Grazia Richichi dichiara: «La responsabilità è quella di garantire la massima sicurezza dell’integrità pubblica, soprattutto in questo momento di grave emergenza sanitaria che ha messo in ginocchio l’Italia intera».

«Dal 4 maggio scatterà la fase 2. Fase tanto attesa quanto temuta da ciascuno di noi perchè nuova e piena di incognite. Pertanto, è fondamentale non abbassare la guardia per non perdere tutti i sacrifici che ognuno di noi ha fatto, rispondendo in modo egregio alle disposizioni del Governo, della Regione e sindacali, contribuendo ad attenuare la propagazione del virus la cui forte virulenza avrebbe potuto provocare danni irreparabili».

«Villa San Giovanni è stata ed è esempio di comunità solidale, unita e responsabile e per questo va il mio ringraziamento e quello dell’intera Amministrazione a ciascuno di voi, uno per uno, per tutti i sacrifici fatti. Sacrifici che purtroppo, almeno per i primi tempi, saremo costretti a continuare fare seppure con minori restrizioni. Quattro i casi registrati fino ad adesso, di cui solo uno al momento si trova in isolamento domiciliare, sotto controllo del proprio medico curante, in condizioni cliniche stabili a cui va un grosso in bocca al lupo per una rapida guarigione. Gli altri 3 casi fortunatamente guariti e stabilizzati».

«Ho avuto modo di apprezzare la lettera scritta dal nostro concittadino villese rientrato a casa dopo essere stato dimesso da una lunga degenza presso il reparto di malattie infettive del GOM di Reggio. Sono particolarmente felice per il buon esito clinico e per il trattamento ricevuto. Mi unisco soprattutto come medico, ai complimenti e ai ringraziamenti rivolti a tutto il personale sanitario che opera presso gli ospedali Riuniti che ogni giorno mette a rischio la propria vita per prestare aiuto e soccorso a chi sta male. Grazie di cuore al nostro concittadino, un bentornato a casa da parte di tutti noi».

«Per poter affrontare al meglio l’arrivo della nuova fase, e poter dare risposte concrete, mi farò aiutare e supportare da un gruppo di lavoro formato da professionisti che, in base ai propri requisiti e alle proprie esperienze professionali, mi affiancheranno in maniera gratuita per gestire insieme a me e all’Amministrazione Comunale la fase di ripresa».

Articoli correlati

top