lunedì,Giugno 27 2022

La denuncia della Cisl: «L’ospedale di Gioia Tauro cancellato dalle attenzioni dell’Asp»

Il sindacato tuona contro l'azienda sanitaria reggina: «Presidio dimenticato. I cittadini devono sapere»

La denuncia della Cisl: «L’ospedale di Gioia Tauro cancellato dalle attenzioni dell’Asp»

La Cisl Fp e Cisl Medici «non possono credere che l’ospedale di Gioia Tauro sia stato cancellato dall’attenzione della Direzione Sanitaria Aziendale. Infatti, nonostante avessimo avuto ampia garanzia verbale da parte del direttore sanitario aziendale che i bandi sarebbero stati ampliati ed estesi a tutte le Soc prive di titolari, dobbiamo purtroppo evidenziare che il presidio ospedaliero (se così si può ancora chiamare perché non si capisce che cosa sia ) è stato dimenticato ed il bando per la Soc di Medicina Generale non ha visto la luce».

«Le procedure per i succitati bandi oramai sono giunte al termine con la pubblicazione della delibera con la quale vengono nominate le varie commissioni per l’affidamento degli incarichi stessi sancendo l’azzeramento della struttura unica esistente presso il P.O. di Gioia Tauro con posti letto ed individuata dall’atto aziendale come struttura operativa complessa».

«Chiediamo – sostengono i sindacati – che la direzione sanitaria aziendale debba inserire nel bando anche quest’ultima struttura complessa di presidio, pronunciandosi sulle potenzialità e sul rilancio dell’ospedale generale, perché crediamo che la cittadinanza di tutta la Piana debba sapere».

La Cisl Medici ritiene «che oltre ai due livelli di assistenza già esistenti con l’Ospedale Hub di Reggio Calabria e gli Ospedali Spoke Polistena e Locri si dovrebbero concepire strutture integrative di filtro e di supporto specialistico, potenziando il P.O di Gioia Tauro con una Soc di Medicina Generale e tutta una serie di strutture sott’ordinate di Pneumologia, Malattie Infettive, Diabetologia ecc.».

La Cisl Medici crede «che la concentrazione in uno stesso posto e la contemporaneità dell’azione medica possono rendere vincente il modello mono specialistico, definendo un percorso certo e supportato da tutte le consulenze necessarie sullo stesso luogo».

Articoli correlati

top