domenica,Settembre 26 2021

Il paradosso di Sambatello: rischio idrogeologico? Sì, ma non per le ecoballe

Cessata l’emergenza però i lavori per completare la piattaforma per sistemare i rifiuti imballati continueranno, come se nulla fosse

Il paradosso di Sambatello: rischio idrogeologico? Sì, ma non per le ecoballe

Sambatello i lavori si fermano per l’avviso di allerta frane. Il Comitato: «Il rischio concreto per i lavoratori c’è e per le ecoballe depositate sulla piattaforma no?».

La domanda nasce spontanea. È di ieri un’ordinanza della Citta metropolitana (prot.9 39036) circa l’“Autorizzazione a conferire i rifiuti provenienti dall’A.T.O. di Reggio Calabria in presenza di comunicazione di superamento soglie eventi in corso livello 2” che ha origine da una nota della Regione Calabria nota della Regione Calabria – Settore Protezione Civile Sala Operativa Regionale, riguardante il superamento soglie eventi il 22 giugno 2020 livello 2 con validità 12 ore. con l’ordinanza stante il rischio di piogge il sindaco metropolitano, ordina alla “ECOLOGIA OGGI SPA”, di autorizzare l’ingresso dei mezzi impegnati nella raccolta dei rifiuti urbani provenienti dall’A.T.O. di Reggio Calabria presso l’impianto di Sambatello e di consentire il completamento del ciclo di trattamento dei rifiuti durante tutto il periodo dell’emergenza e nelle 24 ore successive ovvero dalle ore 08:04 del 22.06.2020 sino alle ore 20:04 del 23.06.2020 e di consentire l’ingresso in impianto ai soggetti che stanno operando sulle aree interne dell’impianto, per la sistemazione dei rifiuti urbani.

Ed ordina altresì alla protezione civile: di procedere al monitoraggio in situ h 24, durante tutto il periodo dell’emergenza e nelle 24 ore successive ovvero dalle ore 08:04 del 22.06.2020 sino alle ore 20:04 del 23.06.2020, delle condizioni di stabilità-sicurezza della viabilità di accesso all’impianto di Sambatello e delle aree adiacenti in correlazione dell’evolversi dei fenomeni meteorologici; di regolamentare l’accesso al sito degli automezzi prevedendone lo stazionamento lungo la S.P. Gallico- Gambarie per  di mantenere libera la strada di accesso all’impianto; di inibire l’accesso all’impianto, laddove vengano meno i requisiti minimi di sicurezza per via del peggioramento delle condizioni meteorologiche.

In sostanza tra le righe è espresso un chiaro paradosso: tante accortezze per il conferimento dei rifiuti all’impianto di Sambatello, precauzioni che evidentemente si rendono necessarie per le problematiche che ci sono in loco. Ma perché le stesse precauzioni non si prendono per i rifiuti in ecoballe, potenzialmente “in pericolo” che stanno per essere stoccati nello stesso posto, in caso di piogge o frane?

Dal Comitato Sambatello si domandano: «Se sono a rischio gli operai perché non dovrebbero essere a rischio le ecoballe li depositate?». Cessata l’emergenza però i lavori per completare la piattaforma per sistemare le ecoballe continueranno, come se nulla fosse.

Articoli correlati

top