sabato,Novembre 28 2020

Le cosche vibonesi preparano un nuovo attentato per uccidere Gratteri, pronto anche il killer

I dettagli contenuti in una lettera anonima recapitata alla Compagnia dei carabinieri di Lagonegro nella quale vi sarebbe scritto che il clan Mancuso avrebbe pianificato l’esecuzione

Le cosche vibonesi preparano un nuovo attentato per uccidere Gratteri, pronto anche il killer

Le cosche vibonesi starebbero preparando un attentato – ancora una volta – per eliminare il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. La notizia, riportata dal Fatto Quotidiano, parla di una lettera anonima recapitata alla Compagnia dei carabinieri di Lagonegro (provincia di Potenza) nella quale vi sarebbe scritto che il clan Mancuso avrebbe pianificato l’esecuzione.

Ed avrebbe anche incaricato un killer, del quale viene addirittura riportato il nominativo: si tratterebbe di un uomo di Belvedere Marittimo, nel Cosentino. Sull’episodio avrebbe aperto un fascicolo d’indagine a carico di ignoti la Procura di Salerno, competente sulle vicende che interessano i magistrati del distretto di Catanzaro.

Non è la prima volta che da indagini e segnalazioni emerge l’intenzione della ‘ndrangheta di colpire chi più di tutte l’ha colpita. È di qualche settimana fa l’avviso di conclusione delle indagini preliminari della maxi-inchiesta antimafia “Rinascita-Scott”, con il processo che si dovrebbe aprire già a fine luglio e vedrà alla sbarra, presumibilmente, oltre 400 persone.