venerdì,Luglio 19 2024

Roccella, il festival jazz si farà. Staiano: «Un cartellone di qualità»

La kermesse in programma dal 21 al 30 agosto. Il direttore artistico: «Sarà un ritorno alla vita e alla musica dal vivo»

L’edizione numero 40 del Roccella Jazz Festival “Rumori Mediterranei” si farà. Ad annunciarlo dai microfoni di Radio Rai è stato il direttore artistico della kermesse Vincenzo Staiano. La manifestazione si terrà dal 21 al 30 agosto, con 18 concerti spalmati su 10 giorni e un nuovo format, nel rispetto delle linee guida dell’emergenza sanitaria da Covid-19. «La situazione che stiamo vivendo – ha affermato Staiano – non ci impedirà di presentare un programma di grande qualità, in attesa del via libera dalla Regione».

Nel menù moltissime produzioni originali, tra cui una celebrazione dei 50 anni del Festival dell’Isola di Wight con un progetto su Jimi Hendrix e una giornata dedicata alla fotografia con il sassofonista Francesco Cafiso. Tra i nomi che circolano e che sarebbero stati contattati per arricchire il cartellone quelli di Rossana Casale, Mariella Nava, Grazia Di Michele, Tony Esposito. «Mi piacerebbe avere anche Renzo Arbore e Dario Brunori – ha proseguito il direttore artistico – Il tema di quest’anno sarà “Back to life”, per un ritorno alla vita e alla musica dal vivo». Confermata la location del teatro al castello che, per effetto delle norme anti-Covid, potrà ospitare un massimo di 700 spettatori paganti.

Il festival è nato nel 1980 grazie all’Associazione Culturale Jonica, sciolta dopo la morte del presidente e fondatore Sisinio Zito. «Era nato come una scommessa in una terra povera di eventi – racconta Staiano – ma già da subito abbiamo adottato una formula vincente, cercando di proporre produzioni inedite». Sul palco roccellese negli anni si sono alternati migliaia di ospiti internazionali. E per l’edizione del quarantennale non sono escluse sorprese.

top