lunedì,Dicembre 6 2021

Aeroporti Calabresi, Amodeo: «Garantiti i salari ed i livelli occupazionali»

I chiarimenti del segretario regionale della Uiltrasporti dopo le dichiarazioni di alcune organizzazioni sindacali

A fronte delle dichiarazioni diffuse nei giorni scorsi a mezzo stampa da parte di alcune OO.SS., la UILT Calabria, con il segretario regionale Luciano Amodeo, ritiene doveroso dover sgombrare il campo da possibili inesattezze, che non fanno altro che alimentare inutili preoccupazioni tra i lavoratori del settore aeroporti, spesso depistati da fake news provenienti da più parti.

«Mediante gli accordi sottoscritti dalla UILTRASPORTI – si legge in una nota – sono state rese tutte le garanzie che hanno concesso ai lavoratori di restare con una tranquillità consolidata all’interno del perimetro aziendale, oltre che poter concretamente sperare nell’effettivo rilancio dell’intero sistema, oggi gestito da una nuova presidenza alla quale è già stato richiesto un confronto urgente, per costruire le basi necessarie per lo sviluppo. Facendo ancora riferimento a quanto appreso dalla stampa nei giorni scorsi, per una migliore comprensione, è doveroso altresì precisare che c’è un distinguo da fare e probabilmente omesso involontariamente nelle affermazioni rese.

C’è infatti da dire che, dall’intervento del pagamento diretto delle somme spettanti da parte dell’INPS, seguito all’emanazione del Decreto (avvenuta in tempi record) di approvazione, a conferma delle normali procedure attivate e riferito all’attivazione della CIGS richiesta; le buste paga emesse conteggiano le somme spettanti per le effettive ore di prestazione lavorativa resa. Le differenze, dovute dall’INPS per raggiungere le somme stabilite per tale ammortizzatore, vengono erogate dallo stesso Istituto mediante il pagamento diretto.

Per quanto riguarda invece l’accesso all’utilizzo del FSTA (fondo di categoria), per l’integrazione dovuta ed il raggiungimento degli obiettivi salariali, la SACAL ha già più volte comunicato ufficialmente di aver prodotto regolare istanza, rassicurando.
Il ricorso agli ammortizzatori sociali non è mai una scelta felice, ma l’emergenza sanitaria sorta ha fatto sì che tutte le Imprese, non solo quelle operanti nel trasporto aereo, dovessero produrne istanza per il loro utilizzo, necessario per la sopravvivenza e la speranza di poterci ancora essere nel futuro in modo competitivo, seppur con una solidità da ricostituire, ricordando che lo spettro dell’emergenza sanitaria sorta è ancora alle porte.

Il segretario regionale del T.A. Luciano Amodeo afferma, inoltre, che «La UILT Calabria ha coraggiosamente accettato di firmare un accordo in solitaria, forte del grande sostegno fornito dai propri iscritti che hanno portato l´O.S. ad ottenere la maggiore rappresentanza, come ufficialmente dichiarato dalla società stessa. Ci siamo confrontati passo dopo passo con i lavoratori ed abbiamo fatto delle scelte sinergiche, perché si era ben compreso che le prese di posizione strumentalizzate e l’assenza di confronto, non ci avrebbero fatto parlare di futuro, considerando che Reggio e Crotone erano stati chiusi per Decreto, e che la riapertura (sempre per Decreto) è addirittura arrivata ancor prima di altri aeroporti maggiori, presenti in Italia. Sarà forse stato per merito del senso di responsabilità mostrato che, oltre ai lavoratori della S.A.CAL., ha ridato speranza ai dipendenti di Alitalia (oltre 40 unità) mediante il ripristino dei voli, e ad un indotto che rischia lo schianto in picchiata?

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di confrontarci con l’Assessore Catalfamo, che ha mostrato di essere propositiva nei confronti di una nuova politica per l’intero sistema aeroporti, ammettendo, di fronte alle nostre dichiarazioni, che la rotta del passato non ha certamente garantito il regime di complementarietà dei tre aeroporti calabresi, impegnandosi, sin da subito, ad una sinergia diversa con tutti gli attori decisori, affinché possa avvenire l’effettiva crescita del settore in Calabria, ritornando a parlare di sistema e non del singolo aeroporto».

Articoli correlati

top