domenica,Ottobre 17 2021

Reggio, emergenza rifiuti. Fioccano denunce per la situazione igenico – sanitaria

I cittadini sono ormai stremati da una situazione di degrado che rischia di mettere a rischio la salute pubblica

Reggio, emergenza rifiuti. Fioccano denunce per la situazione igenico – sanitaria

Riceviamo e pubblichiamo da Domenico Cicciu’:

La mia, come tante, è una lettera di denuncia e sdegno nei confronti dell’attuale situazione igienico- sanitaria in cui versano alcuni quartieri della città ormai sepolti da cumuli di spazzatura.

Volendo sorvolare sulle altezze ormai spropositate raggiunte dai rifiuti posti regolarmente su dei mastelli stracolmi e non ritirati da quasi un mese, vorrei concentrare l’oggetto di questa denuncia sui cumuli di spazzatura illegalmente depositata lungo alcune arterie di snodo del quartiere San Gregorio. Nello specifico le rampe di accesso e uscita dalla SS 106 sono ormai da tempo delle discariche nauseabonde, così come la strada di accesso al mercato ortofrutticolo ( che meriterebbe una menzione a parte solo per i continui roghi dolosi atti allo smaltimento dei rifiuti accatastati!).

Il punto massimo del degrado, a cui l’amministrazione comunale e l’inciviltà dei nostri concittadini ci ha condannato, lo si raggiunge all’uscita di San Gregorio( Direzione Nord- Sud) incrocio Via Mortara Ravagnese, dove da mesi(precisamente da Aprile!) la spazzatura, impropriamente buttata, non viene raccolta. Ciò provoca cattivi odori, presenza di insetti, blatte, topi e cani randagi in prossimità di abitazioni con bambini che non sono liberi di giocare all’aria aperta o di fare due passi.

Alle famiglie di questi bambini poco importa lo scarica barile sulle responsabilità ( che comunque sembrano abbastanza chiare!) in atto tra le varie istituzioni per mere opportunità di propaganda elettorale, ma chiedono esclusivamente una soluzione al problema attraverso un ritiro straordinario della spazzatura accatastata e l’istituzione di un programma di sorveglianza attiva( basterebbe far attenzionare la zona alle forze dell’ordine per creare un forte deterrente all’inciviltà dilagante!) o passiva ( più volte sono state promesse delle telecamere in realtà mai installate!). Sarebbe veramente il minimo per riconoscere a tutti noi la dignità si essere realmente cittadini di Reggio Calabria.

Articoli correlati

top