lunedì,Ottobre 25 2021

Elezioni Reggio Calabria, Marino: «Leonardo ha creato un gravissimo danno all’immagine del circolo»

Il presidente del Circolo “Dio, Patria e Famiglia” risponde a Lombardo che aveva chiesto chiarimenti ai vertici provinciali del partito sul fatto che la sede di via Tripepi fosse utilizzata come segreteria politica per Ripepi

«Nella qualità di Presidente del circolo di Fratelli d’Italia “Dio, Patria e Famiglia” di Reggio Calabria rimango sbigottito e attonito leggendo la nota stampa del Sig. Giuseppe Leonardo che lancia un allarme ingiustificato e pretestuoso che mira esclusivamente a “colpire” il consigliere comunale Massimo Ripepi. Eventualmente i dubbi del Leonardo avrebbero dovuto essere esposti esclusivamente ai commissari territoriali per essere discussi e risolti all’interno del partito attraverso un semplice chiarimento che invece a suo stesso mezzo sono costretto a dare». Così replica, in una nota, il presidente del Circolo “Dio, Patria e Famiglia”, Antonio Maria Maurizio Marino alle dichiarazioni di Giuseppe Leonardo, presidente e portavoce del Circolo “Magna Graecia”, che aveva chiesto chiarimenti ai vertici provinciali del partito fondato da Giorgia Meloni sul fatto che la sede di via Tripepi fosse utilizzata come segreteria politica per Ripepi.

«Così ad ogni buon fine, informo il Presidente del Circolo “Magna Grecia” ed i suoi componenti, che l’immobile sito in Via Demetrio Tripepi 126 è la sede del Circolo di Fratelli d’Italia “Dio, Patria e Famiglia” dal sottoscritto presieduto e di cui il consigliere Ripepi è membro. Tale sede è stata concessa in godimento al suddetto Circolo in forza di comodato d’uso gratuito regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate territorialmente competente, ed è sostenuta, per quanto riguarda le spese, dai suoi aderenti e non da tutti i tesserati cittadini del partito né tantomeno dal partito nazionale.

Con delibera approvata all’unanimità, il Direttivo del Circolo ha messo la sua sede a disposizione del Coordinamento della città metropolitana del partito, allorquando il consigliere Massimo Ripepi ne era Commissario, in ciò animato da spirito di servizio e dedizione nei confronti di tutti i militanti che, gratuitamente, hanno sempre trovato in quell’immobile un punto di riferimento, di incontro e di accoglienza per tutti i simpatizzanti.

D’altro canto lo stesso Sig. Leonardo ha frequentato assiduamente la sede del nostro Circolo, trovando disponibilità e sostegno in primis dal consigliere Massimo Ripepi. In occasione della campagna elettorale per le prossime comunali il Direttivo ha altresì deliberato all’unanimità di concedere la sede del Circolo “Dio, Patria e Famiglia” come segreteria politica del candidato Massimo Ripepi, attivista e membro del circolo stesso.

Su espressa sollecitazione del consigliere Ripepi il Direttivo ha comunque continuato a mettere a disposizione del nuovo coordinatore, Denis Nesci, la sede, la logistica e le risorse proprie del circolo, per la formazione e il sostegno della lista e come punto di riferimento per tutti i candidati di Fratelli d’Italia.La nota stampa del Leonardo non solo ha sorpreso tutti noi militanti, ma ha creato un gravissimo danno di immagine al Circolo “Dio, Patria e Famiglia”, all’intero partito di Giorgia Meloni ed in particolare al Consigliere Comunale Massimo Ripepi, proprio nel pieno delicato snodo della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale reggino.

Per questo ci faremo immediatamente promotori di una richiesta al Commissario Nesci di una esemplare azione disciplinare nei confronti del signor Leonardo e del Direttivo del Circolo dal lui presieduto, che ha sostenuto e avallato la nota stampa in commento, riservandoci, insieme al consigliere Ripepi, di segnalare l’azione diffamatoria con essa intrapresa alle competenti autorità giudiziarie per un eventuale risarcimento del danno di immagine patito».

Articoli correlati

top