martedì,Aprile 23 2024

SPAL-Reggina, pagelle: Di Chiara e Cortinovis, assist d’oro. Tumminello convince

Il laterale e il giocatore scuola Atalanta ispirano i gol che permettono agli amaranto di espugnare il Mazza. L'attaccante segna dopo due anni

SPAL-Reggina, pagelle: Di Chiara e Cortinovis, assist d’oro. Tumminello convince

Micai 6: incolpevole sul gol, reattivo sui successivi tentativi di Mancosu dalla distanza.

Adjapong 6: molto meglio rispetto a Terni, dimostrando di poter far bene anche a piede invertito nel finale.

Loiacono 6.5: aveva giocato un buon derby da terzino, gioca una buonissima partita anche a fianco di Thiago Cionek.

Cionek 6: rincorre senza fermare Vido sull’azione dell’iniziale svantaggio, poi giganteggia fino all’infortunio – si spera non grave – che lo mette fuori gioco. Dall’84° Amione sv.

Di Chiara 6.5: dal suo piede decolla la palla che atterra prima sulla fronte di Bianchi, poi in rete.

Folorunsho 6: tanta, tantissima lotta e poca luce, che la SPAL cerca in tutti modi di soffocare. Una gara di sacrificio: poco male se ci sono gli altri che decidono.

Bianchi 6.5: pronti via e prende cartellino giallo. Non si scompone e, anzi, decide di deciderla, arrampicandosi su una traiettoria impossibile e segnando il punto del 2-1. Dal 62° Hetemaj 6.5: bissa la bellissima prova nel derby, entra con qualità nell’azione del gol che congela la partita.

Crisetig 5.5: è lui il giocatore in ritardo su Mancosu, che scivola via dalla pressione dell’ex Crotone e sblocca il match. Si fa perdonare nel resto del match, anche se la macchia resta.

Giraudo 6.5: se ne parlava un gran bene, dimostra il perché. Gioca una partita sbarazzina, coraggiosa, vivace e si prende parte della paternità del gol del pari. Dal 62° Kupisz 5.5: ingresso un po’ timido, serviva qualcosina in più.

Cortinovis 7: come spesso accade, pecca di precisione negli ultimi 20 metri. La controprova risiede nella sterzata con cui si crea la chance del pari a metà primo tempo, che però poi non concretizza. Sfiora il gol anche nel secondo tempo, poi regala una palla dorata a Galabinov per il 3-1. Grande prestazione. Dall’80° Bellomo sv.

Tumminello 7: il suo è, probabilmente, l’atteggiamento più apprezzabile per i tifosi amaranto. Lotta e suda ogni pallone, trova un gol che il ragazzo, prima che il calciatore, meritava. Galabinov 6.5: entra e segna dopo 110 giorni, congelando la partita. Meglio di così?

Stellone 7.5: il suo più grande merito è aver dato importanza e fiducia a tutti gli elementi della rosa, oggi bravo anche a non far disunire i suoi dopo l’1-0. Sta avendo ragione, bravo lui.

top