venerdì,Ottobre 15 2021

Carenza idrica a Lazzaro, l’Ancadic chiede la visita ispettiva sanitaria nelle scuole

Il referente unico Vincenzo Crea, chiede che vengano effettuati controlli anche nelle scuole di Motta San Giovanni

Carenza idrica a Lazzaro, l’Ancadic chiede la visita ispettiva sanitaria nelle scuole

L’Ancadic ha chiesto alle strutture sanitarie dell’Asp 205 di Reggio Calabria di voler disporre un’urgente visita ispettiva nelle scuole di Lazzaro e nella scuola primaria di Sant’Elia di Lazzaro, in via San Cipriano n. 15, per verificare le condizioni igienico sanitare, vista la perdurante carenza di acqua.

Ciò, dal momento che, come spiega il referente unico Vincenzo Crea, «si è venuti a conoscenza col passaparola della mancanza di acqua per i servizi igienici essenziali e che la scuola comunale dell’Infanzia, sita in via Nicola Trussardi n. 5, non sarebbe provvista di serbatoio idrico, da verificare, quindi l’igiene dei bambini sarebbe a repentaglio.

Appare necessario – continua – che l’ispezione venga estesa anche alle scuole di Motta San Giovanni, riscontrando ove esistono i serbatoi idrici se gli stessi siano di adeguata capacità d’accumulo in rapporto alla popolazione scolastica. La nostra associazione chiede che venga ripristinato al più presto il servizio idrico giacché è evidente a tutti l’importanza dell’igiene soprattutto nelle scuole materne e elementari.

Siamo a conoscenza dell’interessamento della dirigenza scolastica sulla problematica e dei solleciti rivolti all’Amministrazione comunale affinché dotasse le scuole ove mancanti di serbatoi idrici. Al riguardo va raccomandato sin d’adesso che i serbatoi idrici muniti di autoclave dovranno trovare una idonea collocazione e prevedere interventi tecnici per la riduzione del rumore nei luoghi di lavoro, in questo caso per il benessere acustico nelle aule scolastiche».

top