sabato,Febbraio 4 2023

Reggio, Malaspina (Reggio Attiva): «Strada per san Giovanni di Sambatello pericolosa»

La denuncia dell'ex consigliere comunale di Reggio Calabria, Nicola Malaspina, dimessosi lo scorso anno, sollecitato dai residenti della zona

Reggio, Malaspina (Reggio Attiva): «Strada per san Giovanni di Sambatello pericolosa»

«Nei giorni scorsi, nonostante le mie dimissioni, sono stato raggiunto da alcuni residenti di San Giovanni di Sambatello. Hanno portato alla mia attenzione quello che è riduttivo chiamare “stato di abbandono” perché evidentemente sconfina nella pericolosità». Lo dichiara in una nota l‘ex consigliere comunale di Reggio Calabria, Nicola Malaspina, dimessosi lo scorso anno.

«Scrivo dunque perché non potevo restare inerte davanti a questo grave allarme lanciato dai cittadini. Da diversi anni, la strada che conduce a San Giovanni è in completo stato di abbandono. Ultimamente tale situazione si è aggravata con conseguenti possibili pericoli per gli automobilisti che percorrono questa unica via che conduce a ospedali, scuole, uffici e attività produttive», prosegue l’ex consigliere comunale.


«Le criticità non riguardano solo il manto stradale in pessime condizioni. In Contrada Vena, e nello specifico sul ponte che si trova in quella zona, le piogge di settembre hanno infatti trasportato materiale. Detriti si sono accumulati sulla carreggiata, trasformandola in un vero e proprio scivolo», prosegue ancora Nicola Malaspina di Reggio Attiva.

«La pericolosità è aumentata esponenzialmente poiché, i parapetti che delimitano il ponte sono in maggioranza compromessi. In alcuni casi mancanti completamente, addirittura proprio in uscita dalla curva che conduce al ponte. Cosa potrebbe accadere se un’autovettura dovesse sbandare e “scivolare” fuori dal ponte?», prosegue ancora Nicola Malaspina.

«Prima di scrivere ai media, mi sono premurato di inoltrare, mediante pec, denuncia documentata alla Polizia Locale e per maggiore efficacia ho ritenuto che fosse necessario rendere pubblica tale denuncia perché, considerato che l’Amministrazione continua a restare cieca e sorda alle richieste dei cittadini, è l’unico metodo per ottenere la messa in sicurezza di questa importante ed unica via che collega i residenti di San Giovanni di Sambatello con il resto della Città», conclude Nicola Malaspina.

Articoli correlati

top