Siderno, associazioni a confronto Dieci punti per rilanciare la città

Ieri il primo atteso meeting per il rilancio della cittadina ionica. «Ambiente, turismo e lavoro le priorità per i prossimi 4 anni»
Ieri il primo atteso meeting per il rilancio della cittadina ionica. «Ambiente, turismo e lavoro le priorità per i prossimi 4 anni»

Ambiente, turismo e posti di lavoro, per dare a Siderno un volto nuovo efficiente e competitivo. E’ l’obiettivo che le associazioni cittadine si sono date per i prossimi 4 anni. I progetti sono stati presentanti nel corso del primo meeting della cooperazione, per stimolare e incoraggiare i futuri amministratori del più popoloso centro della Locride, commissariato dopo il secondo scioglimento per mafia. Tra le priorità, sintetizzate in 10 punti, la valorizzazione dei servizi e delle strutture già esistenti incompiute o in fase di progettazione avanzata.

«Le associazioni rappresentano il volto positivo di Siderno – ha affermato l’imprenditore Marcello Attisano – e costituiscono il motore portante dell’economia cittadina. Se il paese andrà avanti, anche le attività economiche e sociali della città avranno giocato un ruolo importante».

Un plauso all’iniziativa è giunto anche dalla triade commissariale, che traghetterà il comune alle prossime elezioni. «Nel momento in cui ci siamo insediati a Siderno – ha espresso il viceprefetto Matilde Mulè – abbiamo chiesto la collaborazione di tutti e la città è stata pronta fin dall’inizio a collaborare con noi. Abbiamo ottenuto ad oggi risultati significativi e importanti, ma vogliamo andare oltre e crescere insieme».