Telesio e Bic insieme per lanciare un messaggio di vita e speranza

Il 26 ottobre 2019 l’istituto comprensivo “Telesio” ha ripreso il progetto inclusivo scolastico” Reggio Calabria BIC” iniziato lo scorso anno.
Il 26 ottobre 2019 l’istituto comprensivo “Telesio” ha ripreso il progetto inclusivo scolastico” Reggio Calabria BIC” iniziato lo scorso anno.
Allenamenti durante il progetto d'inclusione

 La scuola Telesio e la BIC insieme vogliono lanciare un messaggio di “vita”e di “speranza” e di quanto è importante non arrendersi mai…..perché ” vivere è bello” e solo continuando a farlo si tira fuori il meglio di se stessi, soprattutto quando si viene colpiti da eventi difficili e traumatici che sembrano impossibili da superare. 

Il 26 ottobre 2019 l’istituto comprensivo “Telesio” ha ripreso il progetto inclusivo scolastico” Reggio Calabria BIC” iniziato lo scorso anno.

Gli atleti sono stati accolti con grandissimo entusiasmo dagli alunni che, oltre alla scuola secondaria di I°, ha visto coinvolte anche le 5° elementari. Una mattinata di reciproco arricchimento, sorrisi e basket in carrozzina, conclusosi con la promessa degli alunni di presenziare alle prossime partite casalinghe. Ancora una volta un applauso alle promotrici dell’iniziativa, la Dirigente dell’I.C. Telesio – Montalbetti, dott.ssa Marisa Maisano e ai sempre disponibili professori di scienze motorie: Mandanaro Daniela, Ardino Daniela e De Blasio Vittoria ed agli splendidi alunni. Appuntamento alla prossima fase del progetto che si svolgerà a breve.

Un ringraziamento al presidente della Reggio Calabria Basket in Carrozzina Stefano De Felice, alla dott.ssa Luciana Pellicanò, all’Avvocato Amelia Eva Cugliandro Delegato Regionale FIPIC e immensa soddisfazione è stata espressa dal dott. Antonello Scagliola presidente regionale del CIP per l’iniziativa promossa è realizzata tra scuola e Bic.

Presidente Stefano De Felice, coach Antonio Cugliandro, giocatori:

Dmitrijs Rukavisnikovs 
Valerio Quaranta 
Alessandro La Terra 
Ilaria D’Anna
Daniele Pappalardo 
Michele Fabris 
Joachim Gustavsson 
Daniele Magrì 
Stefano Rossetti 
Selin Sahin 
Andrea Pellegrini 
Gatis Veinbergs 
Demetrio Megalizzi

HISTORY

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “R.C. Basket in Carrozzina”, fondata il 29 febbraio 2016 è un associazione senza scopo di lucro fondata da uomini e donne ognuno con il proprio background professionale e sportivo che si occupa dell’evoluzione psico-motoria dei ragazzi con diverse abilità attraverso lo sport del basket in Carrozzina. L’obiettivo precipuo è quello dell’inclusione ed integrazione sociale di ragazzi con diverse abilità, atleti e non, uomini e donne provenienti da tutte le parti del mondo e di tutte le età, ai fini dell’abbattimento delle barriere mentali, del superamento delle discriminazioni di sesso, razza o diversa abilità, dell’insegnando che non esiste “caduta dalla quale non ci si possa rialzare” e che l’importante è “mettersi in gioco”. Ed è sull’onda di quello che non è un semplice motto che l’Associazione Sportiva Dilettantistica partecipa ed organizza diversi eventi sportivi e culturali.

Da oltre tre anni, attraverso i suoi professionisti, accoglie ragazzi con diverse abilità, forma atleti e promuove attraverso lo sport del basket in carrozzina il “normale” approccio alla “diversa abilità”, l’inclusione sociale di ragazzi extracomunitari diversamente abili, l’integrazione di ragazzi diversamente abili per farli divenire degli atleti e, soprattutto, per far superare la paura per il diverso, per le diverse difficoltà e per le diverse “barriere” quotidiane da affrontare.

Le attività hanno finalità sportive, preventive, educative e culturali.

Lo svolgimento delle attività sportive e nelle scuole, talvolta in sinergia con altre associazioni, è teso a “sminuire” la visione eccessivamente preoccupante ed “auto-limitante” dei “diversi limiti” giornalieri. La politica intrapresa dall’associazione è quella di creare una rete tra le associazioni che tendono al benessere psico-motorio, associazioni di volontariato e scout.

L’approccio dell’associazione è integrato coinvolgendo ed accompagnando l’atleta in una crescita a 360°, quindi, non solo sportiva, ma anche umana. Per tali motivi la Associazione ha sottoscritto delle convenzioni con il centro sportivo Antheros (allenamento dedicato al potenziamento e/o riabilitativo), con l’Aspic Psicologia e per lo Sport (supporto psicologico alla squadra e durante il progetto scuole), Università per Stranieri “Dante Alighieri” ai fini dell’abbattimento delle “barriere linguistiche”.

L’Associazione è affiliata alla Federazione Italiana di Pallacanestro in Carrozzina, regolarmente iscritta al Campionato Italiano Pallacanestro in Carrozzina dalla stagione 2019/2020.