mercoledì,Novembre 25 2020

Assistenti scolastici per i disabili? Crea tuona: «Abbiamo perso»

Dopo mesi di promesse e impegni presi e disattesi, arriva l'amara constatazione di Vito Crea presidente dell'Adda che si scaglia contro chi sui diritti dei disabili specula senza pensare alle reali esigenze di questi ragazzi

Assistenti scolastici per i disabili? Crea tuona: «Abbiamo perso»

«A due mesi da inizio anno scolastico, nonostante Garante Regionale, Associazioni, diffide legali, le figure specialistiche per gli alunni disabili, escluse poche mosche bianche, non sono presenti nelle scuole calabresi».

Tutto un fuoco di paglia e, dopo mesi di promesse e impegni presi e disattesi, arriva l’amara constatazione di Vito Crea presidente dell’Adda che, prima da padre e poi da presidente tuona contro chi sui diritti dei disabili specula senza pensare alle reali esigenze di questi ragazzi.

«Abbiamo perso! Non è possibile che per un Diritto costituzionalmente garantito le famiglie si devono prostare e adire le vie legali. Vergogna e siate maledetti».

Toni forti e carichi di rabbia, la rabbia di chi deve dare voce a un figlio che voce non ha, la rabbia di chi nonostante gli sforzi è costretto a vedere i diritti dei più deboli calpestati senza alcun rimorso.

«Ricordatelo sempre non si può giocare sulla pelle dei disabili! Non si può offrire assistenza di facciata, leggetevi la 104,programmate le risorse con meno festini e più servizi. Se esiste Dio al suo cospetto dovete darne conto. A breve censimento e chi di dovere si guardi allo specchio! Non ne faccio una questione personale, come tanti, la mia Francesca ha concluso la esperienza scolastica».

Un padre che ha vissuto nella sua pelle anni di ingiustizie e che oggi continua a lottare per tutti i ragazzi che come Francesca hanno diritti che, a queste latitudini, sono puntualmente dimenticati.