Una giornata per non dimenticare le tante vittime della strada

Domani un momento di ricordo e riflessione dedicato ai familiari per contribuire al cambiamento delle abitudini negative degli automobilisti
Domani un momento di ricordo e riflessione dedicato ai familiari per contribuire al cambiamento delle abitudini negative degli automobilisti

Domani domenica 17 novembre si celebrerà la “Giornata nazionale in memoria  delle vittime della strada”, un momento di ricordo e riflessione che viene dedicato alle vittime di incidenti stradali ed ai loro familiari, per contribuire al cambiamento delle abitudini negative degli automobilisti.

La sicurezza stradale è infatti uno dei maggiori problemi che i paesi Europei devono affrontare. Il quarto Programma di azione Europea sulla sicurezza stradale2010 -2020 quantifica un nuovo obiettivo indicando una riduzione ulteriore del 50% in 10 anni delle vittime di incidenti stradali.

Già da anni in Italia è stato intrapreso un complesso percorso per fronteggiare il fenomeno dell’incidentalità che ovviamente ha interessato anche questa Provincia.

Infatti, la Polizia Stradale che opera sulla viabilità di questa provincia, su precise direttive del Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Servizio Polizia Stradale, ha  intrapreso numerose iniziative volte a fronteggiare il fenomeno della sinistrosità stradale, con la predisposizione di specifici servizi mirati alla verifica delle rispetto delle norme che disciplinano la circolazione stradale.

Nel 2018 si sono verificati in ambito provinciale nr. 988 incidenti stradali nel corso dei quali 1555 persone hanno riportato lesioni e 29 sono deceduti. La sola Sezione Polizia Stradale di Reggio Calabria ne ha rilevati 239 con 393 feriti e 15 persone decedute. Si è registrato un lieve decremento rispetto all’anno 2017 del numero degli incidenti totali, ma purtroppo sono aumentati gli incidenti stradali con esito mortali.

Tra i comportamenti errati più frequenti sono da segnalare la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata. Le violazioni al Codice delle Strada più sanzionante risultano, infatti, l’eccesso di velocità, il mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e l’uso del telefono cellulare durante la guida. In queste occasioni la memoria va a tutte le vittime degli incidenti, compresi gli appartenenti alle Forze di Polizia che sono sulla strada tutti i giorni per compiere il proprio dovere. Da sempre gli operatori della Polizia Stradale indossano una divisa, tessuta da impegno, sacrificio, abnegazione: i valori fondanti del loro operato che consentono loro di vivere con prossimità e grande sensibilità la missione, spesso eroica e dolorosa che sono chiamati a svolgere.