Il cordoglio di Condipodero per la scomparsa di Sergio Tralongo

Il messaggio de presidente del Coni regionale per la morte del direttore del Parco Nazionale d'Aspromonte, scomparso due giorni fa
Il messaggio de presidente del Coni regionale per la morte del direttore del Parco Nazionale d'Aspromonte, scomparso due giorni fa

«Affranto dalla fugacità della vita, ho preso del tempo prima di esternare il mio pensiero sulla dipartita di Sergio Tralongo, Direttore del Parco Nazionale d’Aspromonte. Persona gentile, professionista determinato e attento osservatore». Inizia così il messaggio di cordoglio del presidente del Coni Calabria Maurizio Condipodero per la scomparsa di Sergio Tralongo.

«Attento osservatore delle dinamiche lavorative – si legge nella nota – dei risvolti futuri in termini programmatici, attento osservatore dell’ambiente e dell’Ente, guidato negli anni con estrema brillantezza. Sono state diverse le occasioni di confronto e scambio d’idee anche con il Comitato Regionale CONI Calabria, idee portate avanti con dedizione e sicurezza, quella sicurezza che risiedeva nella volontà di lasciare un segno positivo nell’operato. Giunte e Consigli Regionali negli anni hanno garantito la nascita di progetti importanti nell’Aspromonte, inserendo a pieno titolo l’Ente in quel virtuosismo, alimentato dall’intero mondo federale sportivo e animato dagli atleti del nostro territorio, pronti a vivere le meraviglie della nuova veste del Parco Nazionale».

Per Condipodero «La nobiltà dei valori di Sergio Tralongo, unitamente a quelli del Vicepresidente Domenico Creazzo hanno permesso all’Ente di brillare in qualità. Il segno l’hai lasciato Sergio, positivo e indelebile».