venerdì,Novembre 27 2020

Riace, anche l’Anpi al taglio del nastro dell’ambulatorio sociale

L'associazione nazionale partigiani a fianco dei medici che hanno dedicato impegno e professionalità per dare assistenza gratuita

Riace, anche l’Anpi al taglio del nastro dell’ambulatorio sociale

L’ANPI di Reggio Calabria, pienamente consapevole del valore di un “ambulatorio sociale” qual è stato Jimuel a Riace, è oggi al fianco dei medici volontari che hanno dedicato il loro impegno e la loro professionalità per continuare a dare assistenza a quanti, a Riace e nei territori contigui, continueranno a rivolgersi ad un presidio sanitario fondato sulla solidarietà.

Oggi, venerdì 7 febbraio, in occasione della riapertura dell’ambulatorio, l’Anpi è al fianco dei medici volontari che hanno deciso di dare continuità ad un’esperienza, che da qualche anno riceve apprezzamenti da tutti coloro che condividono i valori fondamentali della nostra Costituzione. L’ANPI sarà rappresentata dal Ercole Macrì, Presidente della sezione “Silvestra Tea Tesini” di Siderno.